Home » Capodanno in Francia » Capodanno a Bordeaux e dintorni

Capodanno a Bordeaux e dintorni

Capodanno a Bordeaux
Capodanno a Bordeaux: poca gente in giro nella notte più lunga dell'anno




Non la conoscete? Bordeaux è una bellissima città situata nel sud-ovest della Francia che, grazie al suo clima mite e temperato, risulta essere un luogo interessante e piacevole da visitare durante tutto l’anno e dunque anche durante le festività invernali. Capoluogo del dipartimento francese della Gironda, sorge sul fiume Garonna, una posizione che fin dal passato ha facilitato gli scambi commerciali, e conta circa 250mila abitanti.

A Bordeaux viene prodotto uno dei vini più famosi del mondo che ha lo stesso nome della città e che è forse più famoso della città stessa… a torto, perché essa non è da meno: rappresenta un importante patrimonio storico, culturale ed architettonico, tanto che il 28 Giugno 2007 il centro storico è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.
Nel caratteristico centro storico ci sono le più belle chiese e i più interessanti monumenti della zona. L’area che comprende il Cours de l’Intendance, Cours Clemenceau e Allées des Tourny, ed offre numerosi locali e bar dove potete sostare durante il vostro giro turistico. Nei ristoranti del centro storico potete gustare le pietanze tipiche locali accompagnate (ovviamente) dall’ottimo vino Bordeaux.

Capodanno a Bordeaux
Capodanno a Bordeaux: poca gente in giro nella notte più lunga dell’anno

La città è divisa in vari quartieri e in ognuno di essi c’è almeno un’attrazione turistica da visitare. Il quartiere di Saint Pierre rappresenta il cuore del centro storico cittadino, costituito da stradine caratteristiche dove potete visitare Place du Parlement e l’Eglise Saint Pierre costruita tra il XV e il XVI secolo. Il quartiere Chartrons è una zona residenziale ricca di negozi di antiquariato. Da non perdere la visita al Musée des Chartrons, che risale al XVIII secolo. Vale la pena visitare il Grand Thèatre che è una delle strutture più belle del Paese, il cui auditorium è noto per la sua eccezionale acustica. Per arricchire la vostra conoscenza culturale, concedetevi una tappa al Museo delle Belle Arti, che ospita opere di pittori importantissimi quali Tiziano, Delacroix, Rubens, Corot e Renoir. In questo quartiere sarete affascinati dalla Cattedrale di St-André che è tra le più antiche della Francia, in quanto fu iniziata già nel XI secolo e sottoposta a modifiche 200 anni più tardi.
Il quartiere di Saint-Eloi è famoso per la sua Grosse Cloche, una torre campanaria che risale al XV secolo e che sorge accanto all’Eglise Saint-Eloi. Se volete visitare una zona vivace ed animata, dovete invece recarvi nel quartiere di Saint Michel dove si trova la Basilica di Saint Michel, una chiesa gotica risalente al XV secolo.

Per conoscere più a fondo la vita della città di Bordeaux, vi consigliamo di andare al Mercato dei Cappuccini che si tiene il sabato mattina, dove potete gustare ostriche e vino presso uno degli stand alimentari che si trovano lungo la strada. Le bancarelle vendono prodotti tipici locali che potete consumare in uno dei parchi della città. Un’altra esperienza che dovete assolutamente fare è un giro per i vigneti di Bordeaux. Si tratta di tour organizzati (se c’è un po’ di sole, sono divertenti quelli in bicicletta) che percorrono itinerari suggestivi di questa zona. Durante l’escursione nei vigneti potete osservare la grandiosità dei castelli, la bellezza della campagna francese e magari carpire qualche segreto delle tecniche per la produzione dell’ottimo vino Bordeaux, il tutto seguito da immancabili  e doverose… degustazioni!
Nei dintorni di Bordeaux potete inoltre visitare Saint Emilion, un borgo medievale immerso nei vigneti dove potrete assaggiare i “macarons”, famosi dolci tipici del luogo, simili (ma diversi) ai noti e variopinti “macarones” che trovate ovunque in Francia.

Bordeaux costituisce una meta molto allegra per festeggiare il capodanno, perché la città si anima e si colora più del solito. A mezzanotte potete ammirare gli spettacolari fuochi d’artificio che illuminano la città che di solito vengono organizzati in Piazza della Borsa. Per il veglione di Capodanno si tengono diversi spettacoli ed eventi di vario genere e numerosi ristoranti organizzano cene tipiche francesi seguite da musica o animazione.
In verità per il cenone di San Silvestro non ci sono particolari tradizioni culinarie oltre a quelle classiche della cucina Francese. Le pietanze che di sicuro potete assaggiare sono dunque il foie gras (fegato grasso di anatra o di oca, anche in patè), le ostriche, le escargot (lumache), il salmone, i frutti di mare ed i crostacei, qui sempre freschissimi. Se optate per una degustazione di mare, ovviamente preferite lo champagne al robusto rosso locale! Un dolce tipico è il Bûche de Noël, il tronchetto di Natale, che consiste in un rotolo di pan di spagna al cioccolato farcito con panna, ricoperto da uno strato di zucchero fuso e decorato con confetti di zucchero.

Per il 1 gennaio, in molti locali potete poi degustare il brunch “du nouvel an”, che sta diventando una vera tipicità, ma fate attenzione perché generalmente hanno dei prezzi piuttosto alti.

Vediamo qualche consiglio pratico. L’aeroporto di Bordeaux vanta numerosi collegamenti aerei nazionali ed internazionali, ma dall’Italia i voli diretti non sono molti. Troverete dei low cost soltanto da Roma, Milano e Bologna. Anche Air France e Klm collegano la città con l’Italia, per lo più da Roma.
Volendo arrivare in auto o in camper, si può passare da Torino – Frejus (comodo per chi viene da Nord), oppure da Ventimiglia, meglio per chi proviene dal Centro e Sud. In entrambi i casi mettete in conto oltre 800 Km dal confine… non è quindi vicina ed il viaggio andrà spezzato in due tappe.
Dall’aeroporto, il centro è facilmente raggiungibile grazie al bus o al treno. In questa città potete fare a meno dell’auto perchè i trasporti funzionano molto bene. Se il tempo sarà mite, vi consigliamo il noleggio della bicicletta, in quanto Bordeaux vanta un’efficiente rete di piste ciclabili. E’ bene sapere che spesso i negozi in cui noleggiate la bicicletta vi richiedono una cauzione che si può recuperare solo vari giorni dopo la restituzione della stessa. Treni e tram sono molto puliti e puntuali e il prezzo del biglietto non è eccessivamente alto.
Per quanto riguarda gli hotel, ci sono alberghi di varie categorie che si possono prenotare online: un classico 3 stelle di catena costa soltanto dai 50,00 agli 80,00 euro per la notte “clou”  del 31. E’ efficiente anche l’ufficio del Turismo, www.bordeaux-turismo.it, che spesso propone pacchetti comprensivi di sistemazione alberghiera più visita guidata o escursione.


Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)