Home » Asia e Oriente » Capodanno in Giappone: tra antichi riti e tradizioni

Capodanno in Giappone: tra antichi riti e tradizioni

Capodanno in Giappone
Capodanno in Giappone: non solo Tokio, è anche una vacanza alla scoperta della cultura




Un viaggio in Giappone è un viaggio culturale prima ancora che paesaggistico e naturale. Anche se racchiude molte meraviglie come il Monte Fuji, le Alpi Giapponesi e le foreste di bambù, ciò che di magico si trova in Giappone è il suo popolo: così diverso da noi, inquadrato nei propri doveri , operoso e un po’ stressato.
Per capire i contrasti della vita giapponese non c’è periodo migliore che il capodanno, quando la popolazione si lascia andare, partecipando alla festività dell’ultimo dell’anno, mangiando e (soprattutto) bevendo a volontà. Alcuni di essi tornano al loro paese d’origine lasciando la città per qualche giorno. Se avete a disposizione almeno 10 giorni nel periodo di fine anno, il Giappone è una meta assolutamente da non perdere: scommettiamo che non ne rimarrete delusi?

Da sapere sul Giappone

Clima

In Giappone a dicembre fa freddo, con temperature che oscillano tra gli zero gradi centigradi e raramente i 10°C. Il nord del Giappone è sferzato dai venti gelidi provenienti dalla Siberia, quindi se pensate di trascorrere il capodanno ad Hokkaido vi consigliamo di attrezzarvi per incontrare temperature che scendono di molti gradi sotto lo zero. Per quanto riguarda Tokyo e Kyoto, le due città più frequentate turisticamente, le temperature tra dicembre e gennaio oscillano tra 1°C e i 5°C.

Arrivare: i Voli

Capodanno in Giappone
Capodanno in Giappone: non solo Tokio, è anche una vacanza alla scoperta della cultura

Il Giappone è ben collegato con la maggior parte delle compagnie aeree di linea: certamente scegliere un volo diretto andrà ad incidere leggermente di più sul vostro budget iniziale. Quindi l’alternativa sono le comode e lussuose compagnie medio orientali come la Qatar o Emirates o ancora l’orientale Cathay Pacific, classificata come una delle migliori compagnie aeree del mondo. Queste sono solo alcune delle innumerevoli compagnie che dai maggiori aeroporti italiani vi collegheranno con il Giappone. Dovrete tenere di conto che il viaggio sarà molto lungo, sull’ordine delle 20 ore, scali compresi, quindi attrezzatevi per dormire o per leggere, anche se avrete a disposizione molti film da vedere.

Se non si è mai stati in Giappone la prima meta dove si consiglia di atterrare è Tokyo, la capitale. La città dispone di due aeroporti, entrambi internazionali, e serviti da tutte le compagnie aeree: stiamo parlando di Tokyo Haneda e di Tokyo Narita, equidistanti circa 60 Km dalla città. Una volta giunti in aeroporto vi sentirete leggermente spaesati perché la maggior parte dei cartelli sono indicati in giapponese: probabilmente il treno è la soluzione più economica per raggiungere il centro, ma certamente non la più facile. Al posto del treno potrete prendere gli autobus, molto più semplici per chi arriva per la prima volta sul suolo giapponese: alcuni si fermano davanti agli hotel principali della città, ma non avranno nessun problema a soffermarsi e a portarvi a destinazione. Comunque se pensate di utilizzare molte volte il treno (compresi i veloci Shinkansen), vi consigliamo di acquistare il Japan Rail Pass, pensato esclusivamente per i turisti che si recano in Giappone: con questa soluzione riuscirete a risparmiare sul costo totale dei biglietti ferroviari e avrete a disposizione uno speciale abbonamento per usufruire anche della metropolitana di Tokyo.

Spostamenti interni

Per quanto riguarda la metropolitana, va fatto un discorso a parte: è certamente il mezzo migliore per muoversi, ma non è certamente il più facile. Le prime volte riuscire ad orientarsi nella metropolitana può risultare davvero difficile e l’unica soluzione reale è quella di chiedere informazioni agli abitanti del posto e lasciare che vi aiutino: vi stupirete ad entrare in contatto con i giapponesi perché faranno di tutto per aiutarvi e potrebbe capitare anche non vi lascino fino a che non avrete raggiunto la vostra destinazione!
A Tokyo esistono due società diverse che gestiscono la metropolitana: con il Japan Rail Pass potrete accedere soltanto ad una delle due e per utilizzare l’altra, comunque molto meno estesa, dovete acquistare un biglietto a parte.

Hotel e altre sistemazioni tipiche

Esistono diverse sistemazioni per pernottare: nelle grandi città la scelta è molto ampia, dai semplici ostelli fino agli hotel di lusso, comprese alcune tipologie di sistemazione davvero sorprendenti. Non stiamo parlando solo dei “capsule hotel” presenti in ogni documentario su Tokio. In effetti in Giappone troverete sistemazioni davvero originali che niente hanno a che vedere con i nostri hotel: stiamo parlando dei ryokan, le tradizionali locande, dove i giapponesi pernottavano prima dell’avvento dei moderni hotel, e oggi richiestissimi da turisti e Giapponesi per la tipicità del servizio. Le camere da letto hanno pavimenti rivestiti con il tatami e i letti sono tutti in stile futon, vale a dire un materasso poggiato direttamente a terra senza strutture portanti. Come da tradizione, nella maggior parte dei ryokan vi forniranno un kimono da utilizzare per andare a letto o per recarsi nell’onsen. L’Onsen è uno stabilimento termale creato all’interno del ryokan, di solito al piano inferiore della struttura. I bagni termali sono suddivisi tra uomini e donne e sono strutturati con una grande vasca termale con acqua che sfiora i 37°C. Non c’è da aggiungere che durante i giorni invernali del capodanno sarà un toccasana per il corpo e la mente.

Una curiosa alternativa al ryokan e agli hotel tradizionali sono i Love Hotel creati su misura per le coppie: nel centro di Tokyo, accanto al quartiere di Shibuya si trova il Love Hotel Hill, una collina dove avrete l’imbarazzo della scelta per questa tipologia di pernottamento. Potrete scegliere se pernottare nel Love Hotel che propone camere in stile arabesco o in stile principesco o ancora con tema caraibico: a voi la scelta!

Da vedere, da fare

Oltre alla strabiliante cultura giapponese, assolutamente da assaporare ad ogni passo, ci sono molte cose da vedere e da visitare. Tokyo è una città che ospita circa 35 milioni di abitanti e ciò che vi colpirà di più è il silenzio che sentirete in stazione: probabilmente lo sferragliare dei treni sarà il solo suono che udirete.

Ogni quartiere ha un’anima a sé: Ginza è il quartiere degli affari, Akihabara è dedicato ai manga e ai cartoni animati, Ueno ospita uno dei più grandi parchi della città e così via. Assolutamente da non perdere una visita alla Torre di Tokyo: con un’ascensore che sfiora i 600 metri al secondo potrete salire in pochi attimi fino alla sommità della torre per ammirare il bellissimo panorama a 360° sulla città. Prima di lasciare la città non vi scordate di visitare il mercato del pesce più grande del mondo, resterete certamente affascinati!
Un’altra delle attrattive del Giappone sono i templi: Kyoto ne conta più di 1000, compreso il famoso tempio d’oro di Kinkaku-ji circondato da un meraviglioso e curassimo giardino, da ammirare in qualsiasi periodo dell’anno. E come tralasciare gli innumerevoli castelli giapponesi creati millenni orsono per la difesa militare e sede dei famosi samurai? L’elenco è ancora lungo perché comprende una visita ad Hiroshima, una passeggiata sul Monte Fuji, un saluto al Grande Buddha del tempio di Nara, uno spettacolo delle Geishe e uno di Sumo. Vi abbiamo incuriosito? Bene, prima di partire vediamo come i giapponesi trascorrono il capodanno tra cibi e festeggiamenti.

Il Capodanno in Giappone

Nei giorni che precedono il capodanno molti negozi chiudono l’attività fino all’arrivo del nuovo anno, per permettere ai propri dipendenti o ai titolari di lasciare la città per tornare al proprio paese d’origine, magari per andare a fare visita a qualche parente per trascorrere insieme questa festività molto sentita. Proprio per questo molti treni e stazioni saranno decisamente affollati durante questo periodo: vi consigliamo di prenotare con largo anticipo il vostro posto sul treno in modo da non avere alcun problema al riguardo.

Il rito principale del periodo di capodanno viene chiamato Hatsu Mode, e consiste nella visita ai templi allo scoccare della mezzanotte per augurarsi un nuovo anno fatto di fortuna, salute e prosperità. Infatti appena trascorsa la mezzanotte, i giapponesi escono in massa dalle proprie case o dai luoghi dove hanno trascorso la serata per recarsi nei templi per pregare: sono molti gli incensi accesi e le monetine lanciate per sapere se gli dei saranno propizi per il nuovo anno. In occasione del capodanno le campane dei templi vengono fatte risuonate 108 volte per mondare i giapponesi dai 108 peccati che possono aver commesso durante tutto l’anno. Seguendo le antiche tradizioni, prima di cominciare a trascorrere il capodanno in famiglia, come molti giapponesi amano fare, si pulisce la casa in modo che sia pronta per accogliere l’anno che sta nascendo. Proprio per essere in linea con il nuovo anno, vi consigliamo di seguire le tradizioni giapponesi e di vestirvi con qualcosa di nuovo, magari un indumento tipico del posto.

Da ricordare che per l’occasione la Tokyo Tower resterà illuminata per tutta la notte e che i taxi saranno in funzione ininterrottamente fino all’alba.

Assolutamente originale e da non perdere è la parata delle volpi legata ad un’antica leggenda che narra che volpi vestite da uomini fossero arrivate nella località di Oji Inari-jinja: ogni anno migliaia di persone sfilano per le strade stringendo in mano delle lanterne che portano nei santuari per propiziarsi l’anno nuovo e felicità e salute per i loro bambini e per quelli che dovranno nascere. Nelle isole di Chichijima al largo del Giappone viene festeggiato il capodanno lasciando libero accesso alle spiagge: qui verranno distribuite torte di riso e biglietti della lotteria a cui tutti potranno partecipare. A mezzanotte, dopo i balli tradizionali giapponesi, si potrà assistere allo spettacolo di fuochi d’artificio che illumineranno il cielo di mille colori.


Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)