Home » Usanze e Tradizioni » Il Capodanno nella Storia e nel Mondo

Il Capodanno nella Storia e nel Mondo

Il Capodanno nella Storia




Per noi oggi è normale pensare che il Capodanno, ovvero il primo giorno dell’anno, cada proprio il 1 Gennaio. Ma vi siete mai chiesti il perché? In questo articolo cercheremo di ripercorrerne la storia del Capodanno e delle sue date.

Torniamo indietro nel tempo fino ai Babilonesi, per i quali il nuovo anno iniziava con la prima luna nuova della primavera in quanto in tale periodo avviene la rinascita della terra. I Celti invece festeggiavano tra il 31 Ottobre ed il 1 Novembre, periodo in cui la terra si prepara per ridare i propri frutti.

Il Capodanno nella Storia
Capodanno: a mezzanotte si festeggia, ma non sempre è il 1 gennaio…

Anche gli antichi Romani scelsero il tardo Marzo, ma con il passare del tempo il loro calendario veniva sempre più spesso modificato dai vari imperatori, finché con Giulio Cesare si impose una sincronizzazione. Il punto di riferimento era il Sole. Nel 46 a.C. con il primo “Calendario Giuliano” si fece coincidere l’inizio dell’anno con il primo giorno di Gennaio.

In questa ricorrenza si imbandivano banchetti, si invitavano gli amici e si era soliti scambiarsi dei doni, in particolar modo un vaso di miele, datteri e fichi con le “strenne”, ovvero ramoscelli di alloro ben auguranti.

Nel Medioevo molti usavano tale calendario, ma vi era una confusione di date abbastanza diffusa: in Inghilterra ed Irlanda si festeggiava nel giorno dell’incarnazione, il 25 Marzo, in Spagna il 25 Dicembre ed in Francia il giorno della Risurrezione.

Nel 1582 Papa Gregorio XIII ideò il Calendario Gregoriano entrato in vigore con la bolla papale Inter Gravissimas, il quale riprende il calendario Giuliano compensando lo scarto tra anno solare e anno del calendario introducendo l’anno bisestile ogni 4 anni.
Quasi in tutti i paesi viene mantenuta tale data, per lo più in quelli legati alla storia del Cristianesimo.

In Cina il capodanno non coincide con un giorno preciso, ma con la seconda luna piena dopo il 21 dicembre, quindi tra il 21 gennaio ed il 21 febbraio.

Per l’Islam la ricorrenza cade nel primo giorno del mese di Muharram, tra Gennaio e Febbraio, ad eccezione dell’Iran che festeggia con l’equinozio di primavera.

Nel sud est asiatico si festeggia tra il 13 ed il 15 Aprile. Chi aderisce all’antico calendario Inca, festeggia il 24 Giugno, festa Mapuche.

Il capodanno Ebraico e quello Etiopico cadono a Settembre, mentre quello Indù a metà Novembre.

Per quasi ogni mese, esiste nel mondo un capodanno… per cui ogni momento è buono per festeggiarlo!!


2010-02-08

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)