Home » Capodanno in Africa » Capodanno in Namibia: safari al top!

Capodanno in Namibia: safari al top!

Capodanno in Namibia, safari
Capodanno in Namibia, uno dei migliori safari che potete fare in Africa!



La Namibia sembra un enorme puzzle composto da tanti pezzi diversi che stanno insieme formando un quadro completo e organico. Le antiche tribù che seguono ancora le tradizioni di una volta vivono a braccetto con l’influsso tedesco che ha formato questi luoghi nell’ultimo secolo, durante le due guerre mondiali; una natura che si trasforma a seconda delle stagioni da desertica ad umida ospitando i famosi “Big Five”, gli animali dominatori delle savane africane; un luogo dove neri e bianchi convivono pacificamente insieme e dove il mare sfiora le dune del deserto. Insomma la Namibia è un Paese dove gli opposti sono fusi in un perfetto mix.

Organizzare qui un viaggio per il periodo di capodanno significa trascorrere una vacanza all’insegna della natura più vera e selvaggia. Per aiutarvi nell’organizzazione vediamo qualche consiglio su come organizzare questo particolarissimo viaggio: come arrivare, come muoversi e cosa fare in questo stato africano in pieno boom turistico.

Info sulla Namibia

Per prima cosa, diciamo che si tratta di una meta dove il fai da te è consigliato solo ai turisti più esperti ed intraprendenti. Per carità, non si tratta di una meta “difficile” come potrebbe essere uno Stato dell’Africa nera, ma qui il turismo è tradizionalmente molto incentrato sui tour operator. Il classico programma prevede un tour che parte dalla capitale e tocca le principali attrazioni naturalistiche del Paese, con soggiorni anche nella natura in buoni lodge e tante uscite per vedere gli animali della savana. Le stesse cose è possibile farle da soli, studiando un po’ il come e prenotando da casa almeno le basi del viaggio.

Il Clima

La Namibia, essendo situata nell’emisfero Australe, ha le stagioni invertite rispetto alle nostre, infatti quando in Europa è inverno, in Namibia è estate. Purtroppo però non è la stagione ottimale: se deciderete di partire durante il periodo di capodanno, dovrete infatti attrezzarvi per temperature diurne al di sopra dei 40°C che crolleranno completamente durante la notte, visto che una delle caratteristiche proprie di questi luoghi è la forte escursione termica tra il giorno e la notte. La stagione delle piogge arriva proprio tra dicembre e gennaio, quindi potrete incontrare anche qualche persistente acquazzone, ma fortunatamente durante l’estate le giornate non saranno interessate dalla costante nebbia che pervade questi luoghi. Se durante la vostra visita incontraste abbondanti piogge, è assolutamente sconsigliata una vista al parco di Etosha e nel deserto del Namib.

Capodanno in Namibia, safari
Capodanno in Namibia, uno dei migliori safari che potete fare in Africa!

Trasporti: come arrivare

Non esistono voli diretti dall’Italia, quindi dovrete affidarvi a compagnie estere, sia europee che africane.
La compagnia di bandiera del paese, Air Namibia, effettua voli diretti da Francoforte a Windhoek, la capitale del paese dove si trova l’aeroporto internazionale. Una valida alternativa sono i voli che transitano dal Sud Africa, che effettuano anch’essi uno scalo nel paese sudafricano.

Trasporti: come muoversi

Certamente l’auto è il mezzo migliore per muoversi e potrete ritirarla direttamente al vostro arrivo all’aeroporto: come abbiamo suggerito in precedenza, essendo il periodo tra dicembre e gennaio, un periodo molto piovoso, vi consigliamo di noleggiare un’auto che sia dotata di quattro ruote motrici, perché potreste averne bisogno visto che la maggior parte delle strade del paese sono sterrate e spesso si formano pozze fangose da dove può essere difficile uscirne. Le uniche strade asfaltate si trovano infatti tra la capitale e il parco di Etosha. Noleggiando un’auto in Namibia è anche possibile entrare nei paesi limitrofi come il Botswana, il Sud Africa e lo Zimbabwe.

In alternativa potrete affidarvi ai mezzi pubblici che collegano soltanto le città principali con cadenza di un paio di volte alla settimana. Il treno è molto lento, ma affidabile: esso collega le città principali, ma data la sua estrema lentezza è poco utilizzato dai turisti. Girare in Namibia con un mezzo a noleggio è molto sicuro, basta rispettare la velocità e fare bene i conti sulle distanze che separano i luoghi di interesse.

Una delle soluzioni più gettonate risultano i pulmini (o fuoristrada) con autista: sono cari, è vero, ma sono anche la soluzione più consigliabile per andare in sicurezza alla scoperta dei posti migliori e più selvaggi.

Consigli per dormire

In Namibia non esistono le grandi catene alberghiere, quindi per pernottare dovrete entrare nello spirito del luogo che consiste nell’affittare camere presso le guesthouse: visto che le strutture ricettive sono scarse, ma il numero dei turisti è in costante crescita, gli abitanti del posto hanno deciso di darsi da fare per creare delle sistemazioni adatte per accogliere i viaggiatori: la maggior parte di esse offre un buon rapporto qualità prezzo e con circa 30,00 € a notte avrete anche la colazione inclusa nel prezzo. Queste strutture sono diffuse per tutto il Paese e durante la stagione tra dicembre e gennaio non dovreste avere molti problemi per prenotare, visto che l’alta stagione è quella che va da maggio ad ottobre. Una valida alternativa sono i camp ground, i classici campeggi dove è possibile pernottare con circa 25,00 € a notte: ovviamente dovrete tenere presente le forti escursioni termiche che ci sono da queste parti.

Una forma di alloggio in forte espansione è poi quella dei lodge, ovvero strutture immerse nella natura, ormai sempre più confortevoli  e lussuose. La maggior parte la trovate nei circuiti dei tour operator, ma volendo fare da soli è comunque possibile prenotare ottime strutture a prezzi contenuti tramite i “soliti” circuiti di booking. Con meno di 100 euro si trovano camere degne di un hotel 4 stelle, ma nel bel mezzo del deserto! Forse poco tipico, ma assolutamente stupendo.

Le cose da fare e da vedere

Di solito un viaggio in Namibia comincia dalla capitale, prima di proseguire verso i parchi nazionali e la costa. Windhoek è da visitare in un giorno, in effetti non ci sono molte cose da vedere, a parte la strada centrale, i resti di alcuni meteoriti, il museo statale e la chiesa luterana. Ma voi non siete qui per visitare una città! A questo punto potrete prendere la macchina e proseguire nel cuore della nazione: a pochi chilometri di distanza dalla capitale si trova il famoso parco di Etosha dove potrete ammirare rinoceronti, giraffe, leoni, elefanti, gnu e molti altri animali per un safari fotografico davvero irresistibile ed unico.

Vi consigliamo poi di proseguire verso Opuwo per visitare le cascate Epupa e per entrare in contatto con la tribù degli Himba che si trovano nel deserto del Kaokaveld. Il cuore del Paese è senz’altro la regione del Namib che comprende molti parchi nazionali tra cui il deserto omonimo, il più antico del mondo dove coesiste un particolare ecosistema, le dune di Sossusvlei, ritenute tra le più alte del mondo e l’antico deserto del Kalahari, posto al confine tra Botswana e Sud Africa.

Da non perdere nel sud, a poca distanza dal deserto del Namib, il Fish River Canyon, che ricorda molto i paesaggi del Gran Canyon americano.

Cosa fare a Capodanno in Namibia?

Molti tour operator propongono viaggi organizzati durante il periodo di capodanno dove si andranno a visitare i luoghi principali: abbiamo notato che diverse partenze sono fissate per fine dicembre con rientro in Italia proprio durante la notte di capodanno! Visitare la Namibia e festeggiare il capodanno “tra le nuvole” durante il ritorno a casa, potrebbe essere una valida alternativa. Ovviamente non tutti i viaggi organizzati propongono il ritorno durante il giorno di capodanno, quindi potrete trascorrere gli ultimi giorni di dicembre circondati dai meravigliosi Big Five!

La sera dell’ultimo dell’anno potrete cenare mangiando qualcosa nel classico stile namibiano che prevede grigliate di carne o, per gli amanti del pesce, di crostacei appena pescati. Potrete optare anche per lo stile “fai da te”, visto che molti hotel e campeggi mettono a disposizione degli ospiti dei barbecue per cucinare in autonomia il proprio pasto. Arrivata la mezzanotte potrete brindare al nuovo anno pensando di essere in uno dei luoghi più magici e antichi della terra.

Non ci sono molti altri modi di trascorrere il capodanno in Namibia, visto che non vengono organizzate feste o ritrovi particolari, neanche nella capitale o nelle cittadine più grandi. In realtà recarsi in Namibia durante il periodo di capodanno è un po’ come fuggire dalle solite convenzioni per immergersi nella natura più vera ed incontaminata.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)