Home » Capodanno in Montagna » Capodanno Alpi Orientali » Capodanno in Trentino Alto Adige – la guida

Capodanno in Trentino Alto Adige – la guida

Le Dolomiti in Trentino Alto Adige
Uno scorcio delle rocce dolomitiche, il tipico paesaggio che vi accompagnerà durante la vostra vacanza in Trentino.



Trentino Alto Adige significa montagna e, a capodanno significa anche neve e sci, tanto sci! In realtà la regione Italiana più ambita dagli appassionati di panorami e natura offre anche molte altre cose: città interessanti, paesini caratteristici, artigianato, gastronomia, musei curatissimi e gli immancabili mercatini.

L’atmosfera invernale è magica ovunque, in Trentino, e anche questo contribuisce a farne una delle mete più gettonate nel periodo festivo. Se l’idea vi stuzzica, sappiate però che organizzare un breve viaggio qui può non essere semplice, perché è una meta che definiremmo da “habitué”.
Se ogni anno andate qui a sciare, infatti, sicuramente saprete già dove andare, ma se è la prima volta che pensate al capodanno in Trentino Alto Adige, allora in questo articolo troverete cose da sapere indispensabili per organizzare la vostra vacanza.

Dove sciare in Trentino A.A.

Per prima cosa, ricordiamo che la regione si chiama “Trentino-Alto Adige” e comprende le due province di Trento e di Bolzano. Spesso la si chiama solo “Trentino”, ma è sbagliato, dato che le buone località turistiche sono distribuite sia nella parte a nord che in quella a sud della regione. Premesso questo, per brevità anche noi spesso useremo solo la parola “Trentino”, chiedendo venia agli Alto-Atesini!

Le Dolomiti in Trentino Alto Adige
Uno scorcio delle rocce dolomitiche, il tipico paesaggio che vi accompagnerà durante la vostra vacanza in Trentino.

Dove andare: valli e paesi migliori

Non faremo una classifica e neanche un elenco, perché la regione è davvero tutta bella e non vorremmo fare delle ingiustizie dimenticando qualche località! Ok, proviamoci ugualmente, e ci scusino in anticipo le località che non troveranno spazio su questa pagina:

  • Vallate Dolomitiche: qui possiamo dirlo senza timore di smentita. Le zone delle Dolomiti sono le più belle non solo del Trentino Alto Adige, ma dell’intero arco Alpino, anzi, d’Europa e forse del mondo intero. La zona è vasta e si estende anche ad altre regioni: Veneto e Friuli. Tra le zone più note, ricordiamo la Val di Fassa e la Val Gardena, l’Alta Badia e la zona delle 3 Cime di Lavaredo. Ma anche San Martino di Castrozza rientra nelle zone “top”. Questo è sicuramente il “cuore” dello sci in questa regione. Ne parliamo più approfonditamente nel nostro articolo sul capodanno in Dolomiti.
  • Dolomiti di Brenta: sempre Dolomiti, ma sul versante occidentale rispetto all’Adige. Questo è il territorio della regina: Madonna di Campiglio, ma non sottovalutate neanche le vicine zone di Andalo e Molveno, e anche la Val di Non.
  • Folgaria: una delle prime località venendo da Verona, molto simpatica e attrezzata.
  • Merano: una città dal vero sapore nordico, con diverse stazioni sciistiche nelle vicinanze.
  • Plan de Corones: la stazione sciistica più all’avanguardia in Italia. Un “panettone” solcato da piste lunghissime e perfette. “Basi” consigliate: Brunico oppure San Vigilio in MarebbeNe parliamo qui.
  • Bressanone – Plose: altra stazione sciistica pratica da raggiungere e caratterizzata da una cittadina tradizionale, che peraltro ospita un famoso mercatino di Natale.
  • Val Di Fiemme: famosa per lo sci di fondo, ospita diverse stazioni sciistiche interessanti, tra cui quella dell’Alpe Cermis e lo Ski Center Latemar – Obereggen.
  • Passo del Tonale: al confine con la Lombardia, una stazione di alta montagna che offre buona neve anche in condizioni avverse.

Uff… è un peccato fermarsi qui, perché in effetti ce ne sarebbero molte altre!

Le offerte

Dovessimo fare una classifica delle cose più cercate sul tema del capodanno, qui sul nostro sito, sicuramente le “offerte per il capodanno in montagna” sarebbero nei primi posti. Sfortunatamente, i giorni che vanno da Natale all’Epifania sono ovunque altissima stagione ed è impensabile trovare cose che si avvicinano ad una “offerta”. La stagione è considerata “altissima” (si, letteralmente!) e gli hotel applicano prezzi più alti anche rispetto all’alta stagione (febbraio e ferragosto) e impongono permanenze minime molto rigide, in genere 7 giorni da sabato a sabato.

Per risparmiare qualcosa, ci sono vari modi:

  • Prenotare con anticipo, molto anticipo, anche un anno prima, non tanto per spuntare prezzi migliori, quanto per avere scelta delle sistemazioni dal migliore rapporto qualità/prezzo.
  • Scegliere una delle località “minori” (vi assicuriamo che vi piacerà ugualmente!).
  • Soggiornare distanti dalle piste e fare i pendolari. La cosa in Trentino può avere anche dei vantaggi, per sfruttare le molte stazioni sciistiche che spesso si affiancano a pochi Km di distanza l’un l’altra. Una delle zone migliori in tal senso è la Val di Fiemme.

Le serate in rifugio

Eccoci ad un altro dei “temi caldi” del capodanno in montagna e in particolare del trentino! Festeggiare la mezzanotte in quota, in rifugio è un vero must da queste parti, e ormai quasi tutti i rifugi propongono serate speciali, con salita con il gatto delle nevi e discesa in sci o slittino, con fiaccole o al chiaro di luna. Qui sul sito troverete molte di queste proposte: fate una ricerca per zona!

Se invece state pensando ad un capodanno romantico in una baita isolata nel bosco, ci sono alcune cose che dovreste sapere: qui vi parliamo del capodanno in baita e in rifugio.

Rifugio sulle Dolomiti in Trentino
Il Rifugio Segantini ai piedi del gruppo dolomitico delle Pale di San Martino.

Il Capodanno nelle città del Trentino Alto Adige

Trentino non significa solo montagna e sci, ma anche vacanza di tutto relax in una delle sue stupende città, città dal sapore mitteleuropeo, caratterizzate da piccoli centri storici curatissimi, shopping caratteristico, terme ed una gastronomia che ben si sposa con l’inverno. E ovviamente, gli immancabili mercatini!

Trento

La città più grande è uno dei primi “baluardi” centro-europei Italiani. Qui si respira un’aria di storia, con una commistione di stili e di usanze. Molte sono le chiese, che spaziano dallo stile barocco a quello tardo-Romano, e che dire degli stupendi palazzi e dei castelli medievali che sorgono nelle immediate vicinanze? Una città interessantissima e tutta da scoprire. Qui trovi tutto sul capodanno a Trento.

Bolzano

Qui si respira un’atmosfera ben diversa dalle pur vicine città di Verona e di Brescia: sembra infatti di essere già in Austria, complici le elaborate architetture del centro storico. Qui si festeggia all’aperto, nella monumentale piazza Walther, sede anche del famoso mercatino. Qui trovate tutto su eventi e cose da fare a capodanno a Bolzano.

Merano

Decisamente più piccola delle altre due, ci piace includerla in questa lista perché è davvero un compromesso fantastico per poter assaporare tutte le attrattive che la regione ha da offrire. Le sue terme sono tra le più belle, ospita un mercatino tra i più grandi, ha un centro storico delizioso ed è pure vicina ad alcune stazioni sciistiche, piccole ma divertenti e poco affollate. Inoltre, da qui siamo vicini per andare alla scoperta dei castelli e della città di Bolzano. Qui trovi più info sul capodanno a Merano (e alle sue terme).

I Migliori Hotel del Trentino

Dove dormire? Sicuramente questa è la prima preoccupazione quando si organizza un viaggio in Trentino Alto Adige. Potete stare tranquilli, perché la ricettività della regione è elevatissima e gli standard qualitativi tra i migliori al mondo. In altre parole: anche rivolgendovi ad un modesto garni (bed & breakfast) a 2 stelle, troverete locali pulitissimi ed una calda accoglienza. Qui l’ospitalità è sacra, non tanto per tradizione, bensì perché è alla base dell’economica della regione. E a noi va benissimo, ugualmente!

Se poi volete salire di categoria, troverete hotel lussuosi di altissimo livello, che spaziano dalle raffinate baite di montagna ai grandi resort di fondo valle, dotati di piscine coperte, spa, ristoranti gourmet e tante camere tradizionali. Aspettatevi prezzi importanti in questo periodo, ma anche più facilità di trovare posto.

La nostra soluzione preferita? Il residence! Non solo per il costo minore rispetto all’hotel in mezza pensione, ma anche per beneficiare di spazi più ampi, che fanno comodo specie se si ha l’attrezzatura da sci e magari bambini al seguito. Certo, dovrete cucinare, ma potrete alternare qualche cenetta al calduccio in casa con qualche uscita nei ristoranti del paese: ne troverete tanti interessanti!

Trentino A.A.: cosa fare? Le nostre attrazioni preferite

Abbiamo già detto dello sci, sicuramente l’attività più interessante da praticare in Trentino Alto Adige a capodanno, e abbiamo parlato di cosa si trova nelle principali città e paesi: adesso vogliamo spaziare anche su altri fronti per illustrarvi cosa questa regione ha da offrire.

I Mercatini di Natale

Ve lo avevamo accennato più volte, vediamo meglio di cosa si tratta. I mercatini di Natale sono un’usanza tedesca che ha ben attecchito in Trentino: si tratta di mercati allestiti con casette in legno molto tipiche, che propongono sia la vendita di decorazioni natalizie e prodotti artigianali, che specialità gastronomiche e molte cose da bere. Sono interessanti sia per lo shopping che come luogo di ritrovo. Le temperature rigide? Si combattono a tazze di vin brulè!

Troverete 5 mercatini “storici” grandi, bellissimi e super frequentati, e molti altri mercatini più piccoli ma non meno interessanti. In verità, ormai, in ogni paese ce n’è uno in questo periodo, fossero anche solo una dozzina di bancarelle, ma c’è. Non mancate di leggere i nostri vari approfondimenti.

Messner Mountain Museum

Non ci sono dubbi che Reinhold Messner sia una dei personaggi più noti della zona. Grazie al suo amore per la montagna e per l’esplorazione, e anche grazie al suo amore per la propria terra, ha fondato non uno, ma ben 6 musei molto interessanti dedicati alla montagna.
Si trovano in location incredibili: castelli, ville, e non mancate di dare un’occhiata a quello futuristico in cima al Plan de Corones. Ogni museo ha un proprio tema; trovate maggiori info su esposizioni, orari e prezzi sul sito ufficiale del Messner Mountain Museum.

Museo Messner in Trentino
La foto è estiva, ma il museo di Messner è quello che vedete: ci troviamo sulla cima di Plan de Corones.

I Castelli

Non sono tanti e maestosi come quelli della Valle d’Aosta, ma anche in Trentino si trovano dei castelli molto interessanti. Firmian, sede di uno dei musei di Messner, merita certamente una visita, così come quello di Thun e Castel Tirolo, sede le museo storico-culturale della provincia di Bolzano.

Il nostro preferito? Non si può visitare, purtroppo, ma ci si passa quasi dentro sciando: è il Castel Gardena a Santa Cristina, praticamente attraversato dalla pista da sci Sasslong “variante rossa”.

La Strada del Vino

Chiudiamo in bellezza parlando di un patrimonio del Trentino Alto Adige spesso poco conosciuto: il vino! Qui si fanno sia ottimi spumanti (Trento DOC) che alcuni tra i migliori vini bianchi Italiani (in Alto Adige). Da non trascurare anche i rossi derivanti da uve locali come Schiava e Lagrein!

Potrete degustare i vini locali praticamente ovunque: anche i rifugi alpini ormai sono diventati dei wine bar, ma se volete approfondire vi suggeriamo di dedicare una giornata alla Strada del Vino dell’Alto Adige, un percorso affascinante che tocca 16 comuni e ben 74 cantine che non vedono l’ora di accogliervi per degustazioni e per andare alla scoperta della viticoltura in montagna, un altro dei grandi patrimoni culturali Italiani.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e messaggio saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della nostra privacy policy.
(* richiesto)