Home » Capodanno Italia » Capodanno in Campania » Capodanno a Benevento

Capodanno a Benevento

Capodanno a Benevento, la chiesa
La chiesa di Santa Sofia di Benevento, uno dei maggiori punti di interesse della città campana.



Un modo diverso per trascorrere il Capodanno è quello di organizzare un soggiorno a Benevento, piacevole cittadina immersa fra le colline campane e luogo di partenza perfetto per conoscerne i dintorni, andando alla scoperta di percorsi enogastronomici e naturalistici.

Altro motivo per scegliere Benevento in occasione del Capodanno, sono gli eventi organizzati nelle piazze e nei principali teatri ed adatti per trascorrere in compagnia la notte più lunga dell’anno, allo stesso tempo cogliendo l’occasione per ascoltare della buona musica ed partecipare a spettacoli di artisti famosi che ogni anno si esibiscono sul palco.

Benevento: come organizzare la vacanza

Dove si trova e come raggiungerla

Benevento si trova sull’Appennino campano, nella regione del Sannio, circondata da verdi colline, monti e posizionata fra il mar Tirreno e quello Adriatico. La città può essere raggiunta in aereo, atterrando all’aeroporto di Napoli che dista circa 80 chilometri e proseguendo poi in bus, con un’auto a noleggio o con le linee ferroviarie regionali.

Per chi si sposta in auto, venendo da Roma lungo la A1 è necessario uscire a Caianello e continuare sulla SS 372. Se si viaggia sulla A14, invece, l’uscita è quella di Termoli proseguendo sulla SS88, mentre provenendo dalla A16 si può uscire direttamente a Benevento.

La rete di collegamenti con gli autobus è altrettanto ben organizzata ed assicura un servizio costante tra Benevento e le principali città della Campania (e viceversa), come Avellino, Napoli, Caserta o Salerno. Al di fuori della Campania, ulteriori tratte ben collegate con i bus sono quelle con Bologna, Roma, Firenze, Bari, Campobasso, Lecce o Pescara.

Capodanno a Benevento, la chiesa
La chiesa di Santa Sofia di Benevento, uno dei maggiori punti di interesse della città campana.

Dove dormire a Benevento

L’offerta turistica di Benevento è molto ampia e ben articolata così da permettere a chiunque di trovare un alloggio adatto alle proprie esigenze, al proprio budget ed ai propri interessi. Per Capodanno, poi, sono molte le strutture che, oltre al pernottamento, offrono l’opportunità di trascorrere in allegria il cenone dell’ultimo dell’anno, magari prima di partecipare ad uno degli eventi previsti nelle piazze della città.

Villa Traiano, ad esempio, è un elegante hotel a 4 stelle ubicato proprio nel centro storico, a pochi passi dai locali e dai negozi della città, ideale per chi vuole immergersi totalmente nei festeggiamenti e nella movida locale.

Leggermente più distante, ma comunque in un’ottima posizione, è il Grand Hotel Italiano, sempre a 4 stelle, che offre una serie di servizi accessori, una affermata cucina locale e la possibilità di raggiungere a piedi il duomo.

Se preferite alloggiare presso un B&B, la scelta è altrettanto ampia. Nel centro di Benevento ve ne sono molti, fra i quali La Dimora di Iside, Lo Scultore e La Ferrovia, tutti con bagno privato in camera, colazione ed una posizione ideale per partecipare al Capodanno organizzato in città.

Invece, se cercate un po’ di relax, il Triclinio Del Fauno è la struttura più adatta a voi. Ubicato poco fuori Benevento, offre l’opportunità di trascorrere qualche giorno tranquillo, immersi nel verde ma in posizione ottima per conoscere ugualmente le bellezze del luogo.

Eventi di Capodanno a Benevento

Il Capodanno a Benevento è sempre una manifestazione molto coinvolgente, che porta nelle sue piazze e per le vie principali, cittadini e turisti di ogni età che aspettano la mezzanotte ascoltando i concerti di artisti famosi, grazie anche alle temperature miti ed al bel tempo che spesso accompagnano questi eventi.

In Corso Garibaldi ed in Piazza Castello si susseguono le iniziative per la giornata più emozionante dell’anno e vengono allestiti i palchi sui quali cantanti, musicisti, comici e personaggi internazionali si alternano per rendere questo particolare giorno il più possibile coinvolgente e spensierato. E’ una tradizione che ogni anno si rinnova ed il concertone è diventato ormai un appuntamento atteso dai beneventani e dai turisti che scelgono questa città come meta delle proprie vacanze.

Presso il Teatro Massimo, il 1 gennaio si tiene, inoltre, il Concerto di Capodanno durante il quale la musica classica è la protagonista assoluta, per la gioia degli appassionati del genere. L’ingresso è libero ed i direttori d’orchestra che si alternano sul palco sono di fama internazionale, come avvenuto ad esempio con il maestro Leonardo Quadrini che ha diretto l’Orchestra sinfonica di Plovdiv in una delle precedenti edizioni.

Non bisogna dimenticare, soprattutto, che la Campania ha alle spalle una lunga tradizione culinaria che raggiunge il massimo della sua espressione nel corso delle principali feste, in particolare quelle di Natale e Capodanno.

Ad accompagnare il cenone c’è il tradizionale sciusciò, un canto tipico e benaugurante che deriva dalla storia contadina e dagli antichi zampognari. Gruppi di amici giravano, infatti, per le case suonando strumenti improvvisati come pentole, posate o coperchi e chiedendo in cambio dolci ed altre prelibatezze. Anche oggi si ricorre a questa usanza per rendere ancora più allegre le feste in compagnia. Sulle tavole, poi, non possono mancare i piatti più tradizionali come gli spaghetti alle vongole, il capitone, il baccalà fritto e, come dolci, i famosi struffoli, dalle antiche origini greche.

Decidendo di passare le festività a Benevento, dunque, si può scegliere se trascorrere la notte di San Silvestro in piazza, fra le migliaia di persone che affollano la città, oppure optare per un agriturismo o un hotel dove consumare il cenone fra tradizione e modernità ma in un ambiente più tranquillo e riservato. Nella zona, poi, non mancano le discoteche aperte fino all’alba in modo che i giovani possano passare l’ultimo giorno dell’anno nel più scatenato divertimento e brindare a quello nuovo.

Cosa Vedere e Cosa Fare a Benevento

Ormai è una consolidata abitudine quella di mantenere aperti i musei ed i luoghi d’interesse delle città anche il 1 gennaio e Benevento non fa certo eccezione. L’area archeologica del Teatro Romano e l’ex Convento di San Felice sono, ad esempio, due luoghi visitabili anche nei giorni di festa.

Nel primo è possibile ammirare uno degli anfiteatri romani meglio conservati, un grande patrimonio arrivato fino a noi, costruito dall’imperatore Adriano ed ampliato poi da Caracalla. L’antico convento di San Felice, invece, fu costruito intorno alla metà del 1500 ed ospitò fino al 1800 i frati cappuccini dediti alla preghiera ed al lavoro nei campi. Poi fu abbandonato e divenne un carcere giudiziario. Attualmente, dopo un lungo restauro, è sede della Sovraintendenza dei Beni Archeologici ed ospita eventi e mostre.

Continuando a girare per le vie della città si può ammirare l’arco di Traiano risalente al 117 d.C. ubicato all’inizio della via Traiana costruita per collegare Benevento con Brindisi. Presso la chiesa di Santa Sofia si possono notare, invece, testimonianze del periodo longobardo mentre la Rocca dei Rettori, Palazzo Paolo V e la Basilica di San Bartolomeo sono magnifici esempi di architettura riconducibile all’epoca pontificia. Nella cripta della cattedrale, poi, è possibile visitare il Museo Diocesano che custodisce i resti della vecchia chiesa distrutta durante l’ultima guerra.

Da vedere nei dintorni

Il Capodanno può rappresentare un’ottima occasione per visitare anche i dintorni di Benevento. Si può programmare, ad esempio, una gita nel paese natale di Padre Pio, a Pietrelcina. Si tratta di un grazioso borgo medievale che, nonostante sia diventato ormai meta di pellegrinaggio, ha conservato tutte le sue caratteristiche.

La casa stessa dove Padre Pio nacque ha la tipica struttura del borgo antico, con ambienti distanti fra loro. Al civico 28 si trovava la cucina, mentre al numero 32 la camera da letto dei genitori del Santo. Tutti gli arredi sono rimasti intatti ma la stanza più importante è la Torretta, appartenuta al frate ed alla quale si accede tramite diciassette gradini in pietra. Nella chiesa di Sant’Anna Padre Pio fu battezzato e per la prima volta ebbe l’incontro con Gesù. Presso il Convento dei Cappuccini, invece, si trova il museo a lui dedicato.

Un’altra gita interessante, soprattutto in caso di clima favorevole, è quella alle Antiche Terme di Telese. Di remota origine sannita, oggi è un rinomato ed importante centro termale, particolarmente piacevole perché immerso in un bellissimo parco. Telese conserva anch’essa una struttura medievale, strategica per la sua posizione e quindi spesso al centro di aspre contese.

Prenotazioni e info utili

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale del turismo di Benevento, dove potete trovare contatti utili per le prenotazioni e per organizzare la vostra vacanza di capodanno.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)