Home » Capodanno Italia » Capodanno in Campania » Capodanno a Napoli: eventi, cose da vedere e da fare

Capodanno a Napoli: eventi, cose da vedere e da fare

Napoli e il Vesuvio si preparano al capodanno
Napoli, con il Vesuvio a fare da guardia, si prepara alla notte di capodanno



Se diciamo “capodanno” e poi diciamo “Napoli”, siamo sicuri che la maggior parte di voi assocerà le due parole alla ben nota usanza dei botti, che qui è particolarmente famosa per la sua… intensità e per le conseguenti notizie di cronaca. Se è vero che vi è una criticità nell’esasperazione dei fuochi d’artificio in questa città, è altrettanto vero che esistono molte altri spunti per trascorrere le Festività da queste parti!

Eccoci, noi siamo qui a suggerirvi qualche buona idea su come festeggiare il capodanno a Napoli, con qualche consiglio mirato per aspettare la mezzanotte del nuovo anno tra i profumi e i segreti (ed i botti!) di questa incredibile città.

Napoli è una città ricca di monumenti e attrattive, ma ancora di più sono le sorprese, quindi certamente non basteranno pochi giorni per conoscerla tutta, ma se saprete gestire bene il vostro tempo riuscirete a scoprire le cose e i luoghi più interessanti e conoscere un po’ di questa cultura. La mini-guida che state per leggere è pensata per i turisti e non per chi a Napoli vive, che di certo ne saprà di più!

Capodanno a Napoli: come organizzare la vacanza

Dove si trova e come raggiungerla

Napoli è il capoluogo della Campania: la città è incastonata tra il golfo omonimo e il Vesuvio che domina il paesaggio. Arrivare a Napoli è possibile sia in aereo, atterrando all’aeroporto di Capodichino, che in treno, attraverso la linea ad alta velocità, oppure in automobile percorrendo l’autostrada A1. Chi volesse arrivare a Napoli percorrendo la Costiera Amalfitana, potrà passare dalla A56.

Se siete in auto il consiglio è quello di muovervi in centro comunque con i mezzi pubblici, in particolare con la metro: la linea 1 è molto bella, progettata e decorata da artisti di fama internazionale ed eviterete di restare imbottigliati nel traffico caotico che rende problematici anche gli autobus, che sono lenti e pochi.

Napoli e il Vesuvio si preparano al capodanno
Napoli, con il Vesuvio a fare da guardia, si prepara alla notte di capodanno

Dove dormire

Per alloggiare ci sono soluzioni per qualsiasi esigenza o tasca: dagli hotel a cinque stelle sul lungomare ai B&B di design in quartiere Chiaia o Corso Vittorio Emanuele. I prezzi rimangono buoni anche per la notte del 31 dicembre, ma negli ultimi giorni a ridosso, qualche problema di disponibilità ci sarà sicuramente nonostante l’ampia scelta.

Eventi di Capodanno a Napoli

E’ vero che a Napoli il 31 dicembre si festeggia per le strade, ma non manca un ricco cartellone di eventi e serate. Cosa si fa, dunque, a Napoli per capodanno? Già nei giorni immediatamente precedenti il capodanno (come, in generale, in tutto il periodo natalizio), la città pullula di vita e fermento.

Se non l’avete fatto prima della partenza, vi consigliamo di prenotare dei biglietti per spettacoli teatrali, concerti di musica classica o lirica nei teatri più importanti della città, che il 31 propongono belle serate eleganti. Se ad esempio siete appassionati di cinema d’essai o di musica jazz, molti sono i locali che propongono rassegne di questo tipo fino a tarda notte.

Capodanno 2019 in Piazza del Plebiscito

Ma se il vostro intento è quello di vivere la strada, allora non potrete perdervi il concerto di capodanno in Piazza del Plebiscito, gratuito ed aperto a tutti, dove cantanti ed attori aspetteranno la mezzanotte e brinderanno con il pubblico durante uno spettacolo che poi durerà per tutta la notte.
L’evento è fissato per il 31 dicembre 2018 alle 22:00, ma vista la folla presente ogni anno, vi consigliamo di dirigervi in zona qualche ora prima dell’inizio.

Negli anni qui si sono alternati molti big della canzone Italiana, da Pino Daniele ai fratelli Bennato, Marco Mengoni e Renzo Arbore. Gli artisti vengono solitamente confermati dopo la metà di dicembre: tenete d’occhio la nostra sezione sui concerti di capodanno in piazza per tutte le ultime notizie.
Ultim’ora!! E’ stata annunciata la star di questo capodanno, che sarà Amii Stewart, che ripercorrerà i maggiori successi della sua interminabile carriera in quello che si preannuncia come un concertone! Vediamo se De Magistris farà anche qualche altro regalo ai Napoletani!

Dopo aver fatto serata in Piazza del Plebiscito, vi potrete spostare verso Castel dell’Ovo per ammirare lo stupendo spettacolo di fuochi artificiali per tutta la città, che prosegue fino a notte fonda!

Le feste sul lungomare

Se non avete ancora sonno e volete continuare a fare baldoria e a festeggiare, dirigetevi verso il lungomare di Napoli, tra via Caracciolo e via Partenope dove, nei cinque palchi allestiti per l’occasione, potrete assistere alle performance di artisti, band emergenti e discoteche all’aperto: noi vi suggeriamo di dirigervi verso la Rotonda Diaz.

Chi decide di salutare il nuovo anno in modo originale potrà recarsi sempre alla Rotonda Diaz, dove il 1 gennaio (in genere alle ore 12:00), alcuni temerari, si tufferanno nelle acque gelide del Mar Tirreno per il classico tuffo di inizio anno.

Cenone di capodanno a Napoli

Nelle case, ci si prepara a festeggiare l’evento dell’ultimo dell’anno cucinando pietanze e dolci tipici in abbondanza e preparando gli addobbi per le tavole: eh si, qui il veglione fuori casa è per i turisti! Poco male, visto che nelle piazze è tutto un profumo di caffè e dolci appena sfornati e serviti come cibo di strada.

Per una vera esperienza, dovreste riuscire a trascorrere il cenone ospiti a casa di amici, in alternativa come dicevamo, il panorama dei ristoranti cittadini è molto buono, si mangia bene un po’ ovunque, ma state attenti alle tipologie di locali, che spaziano da quelli tipici, alle pizzerie, ai ristoranti più raffinati e “stellati” che di certo non vi proporranno l’insalata di rinforzo! Scegliete dunque con attenzione in base a cosa state cercando.

Alcuni ristoranti consigliati

Uno dei punti di riferimento del cenone di capodanno a Napoli è la Tenuta Astroni, una bellissima ed elegante location che si trova ad Agnano, leggermente fuori dal centro. Vale davvero la pena spostarsi per trascorrere l’ultimo dell’anno in questa bella villa che propone una serata formale, elegante con intrattenimento musicale ad accompagnare la cena. Fino allo scoccare della mezzanotte si esibiranno due band musicali e poi il testimone passerà al dj Andrea Vocaturo.

Un’altra valida alternativa è la serata di capodanno organizzata a Palazzo Petrucci con un menù pensato dallo chef Lino Scarallo (una stella Michelin): si inizia con un aperitivo di benvenuto al secondo piano della lounge il Malandrino e poi si prosegue con la cena servita. Dalle 23:00 musica dal vivo per accompagnare gli ospiti verso il 2019. Prezzo fisso di 350,00 €.

Sempre nel lusso e nell’eleganza è il capodanno organizzato al Romeo di Napoli, un hotel 5 stelle lusso affacciato sul golfo di Napoli che propone un pacchetto di capodanno con un soggiorno di tre notti, cenone di fine anno, accesso alla SPA e trattamenti per la coppia.

Se cercate qualcosa di meno formale dirigetevi verso il Living, locale in centro a Napoli che organizza ogni anno il veglione di capodanno: quest’anno ripropone la cena servita animata con musica dal vivo e karaoke. C’è la possibilità di richiedere anche il menù per i bambini.

Esperienza culinaria: cosa assaggiare a Napoli

Come avrete intuito, una esperienza che fa parte di una viaggio a Napoli durante le festività è sicuramente la cucina tipica. Chi sceglie di visitare Napoli in occasione del Capodanno ha solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda il cibo. Per la giornata del 31 dicembre si usa non pranzare (al massimo, al pranzo viene sostituito un piccolo spuntino) vista l’abbondanza del cenone che si andrà ad “affrontare”.

Il menu classico (che potrete trovare anche in molti ristoranti tipici) è a base di pesce e prevede, di solito, una prima portata di antipasti (i cosiddetti ‘ntrattieni) che possono variare dal polipo all’insalata, insalata russa, alici fritte, accompagnate dalla famosa insalata di rinforzo, preparata a Natale ed ancora buona, visto che i suoi ingredienti consistono in sottaceti vari (cavolini, cetrioli, carote etc.), olive nere e verdi, alici marinate e funghi, il tutto sott’olio con del peperoncino.

Si arriva poi al primo piatto, anch’esso di pesce per la tradizione, che di solito vede protagonisti gli spaghetti con le vongole in bianco, ma esistono delle varianti (come i paccheri con i gamberetti, cozze e polipetti e via di seguito). A questo punto sarete già sazi, ma per onorare la tradizione dovrete proseguire con i secondi a base di baccalà fritto, stoccafisso in bianco con le olive, orata al forno con patate.

Piccola pausa e poi in tavola verrà portato il cosiddetto spasso: si tratta di frutta secca con datteri e fichi secchi ripieni che saranno mangiati per “ingannare il tempo” in attesa della mezzanotte, quando si brinderà con lo spumante e si mangeranno i dolci tipici, come struffoli e roccocò.

Capodanno in discoteca a Napoli

Chi volesse tirar tardi fino all’alba in uno dei locale del centro potrà optare per una serata di capodanno in discoteca: tra le più gettonate, vi consigliamo:

  • Black and White
  • Fico
  • Discoshine
  • Portopalos

Per conoscere in dettaglio i programmi della serata di capodanno, potete consultare la loro pagina Facebook (ok, promettiamo che inseriremo articoli sulle singole serate quanto prima!).

Cosa vedere e Cosa Fare a Napoli (per capodanno)

Nei giorni a cavallo del capodanno potrete approfittarne per fare un giro per i musei che aprono le loro porte con mostre e appuntamenti particolari. Vediamo un tipico itinerario turistico in due giorni.

Itinerario di due giorni – 1° giorno

Passiamo all’itinerario di due giorni, utile per organizzare una visita a Napoli, senza il rischio di perdersi le attrattive più interessanti da vedere.

Appena arrivati, per assaporare immediatamente l’atmosfera che precede il Capodanno, concedetevi un giro per le strade dello shopping, che attraversano anche piazze e monumenti importantissimi. Se siete a piedi percorrete Via Roma con i suoi mille negozi ed incroci con il reticolato dei noti Quartieri Spagnoli, ma non fatevi sfuggire la Galleria Umberto I, con colonne e pavimenti in marmo, costruita alla fine del XIX secolo proprio per dare uno slancio al commercio.

Proseguendo ancora un po’, appena superata Piazza Trieste e Trento con i suoi localini dove anche in dicembre si può mangiare all’aperto, vi troverete di fronte a Piazza del Plebiscito, Palazzo Reale e, accanto, al Teatro San Carlo. Piazza del Plebiscito è una piazza enorme, anch’essa di fine ‘800, che si affaccia sul mare ed è, ogni anno, palcoscenico per i concerti che vanno avanti per tutta la notte di San Silvestro. Il Palazzo Reale era invece una delle quattro residenze dei Borbone durante il Regno delle due Sicilie, mentre il Teatro San Carlo risulta il più antico teatro di opera e balletto ancora attivo, visto che ha iniziato i suoi spettacoli nel 1737.

Itinerario di due giorni – 2° giorno

Il giorno successivo, se avete ancora voglia di camminare, potreste dedicarlo a passeggiare sul Lungomare Caracciolo godendovi il panorama del Vesuvio e delle isole di Capri ed Ischia, che nelle giornate di sole sono nettamente visibili. Da lì potreste arrivare a Castel dell’Ovo, il palazzo più antico di Napoli, divenuto poi fortezza di guerra a partire dal Medioevo.

Meritano una visita anche il Centro Storico con i suoi Decumani, i monasteri medioevali di Santa Chiara e del Gesù, la Cappella di Sansevero ed il Cristo Velato, il Duomo di San Gennaro con la sua arte barocca e le ampolle di sangue del santo. Se invece siete appassionati di musei, oltre al vasto Museo Archeologico, potrete visitare il Museo di Capodimonte, che conserva anche delle opere di Caravaggio, ed il PAN, il Palazzo delle Arti di Napoli, che propone mostre di arte contemporanea.

Mercatini di Natale di Napoli

Meritano una visita senza dubbio anche i mercatini di Natale: questa usanza del tutto Nordica è in realtà ben radicata anche qui, grazie alla tradizione partenopea delle statuine da presepe, vendute tutto l’anno da decine di validi artigiani. Dirigetevi verso Via San Gregorio Armeno, nel cuore antico della città. Folla garantita!

Capodanno a Napoli, nelle vie
Capodanno a Napoli: le bancarelle di statuine nelle vie storiche

Da vedere nei dintorni della città

Se vi fermate a Napoli per qualche giorno vale la pena visitare anche Salerno e le sue Luci d’Artista: vi accorgerete che Salerno è una città in costante fermento che viene resa ancora più vivace e caratteristica dalle installazioni luminose che costellano il centro della città.

Che dire poi della Costiera Amalfitana, bellissima anche d’inverno, periodo perfetto per assaporarla con calma e senza la frenesia estiva. Un consiglio? Visitate le cantine dei produttori di vino, che qui sono particolarmente affascinanti e ospitali


4 commenti

PER FARE UNA DOMANDA O CHIEDERE UN CONSIGLIO SUL CAPODANNO, SCRIVI IN FONDO ALLA PAGINA, O RISPONDI AGLI ALTRI MESSAGGI
  1. nicola

    Ragazzi siamo 5 o 6 ragazzi campani,vorremmo passare una vigilia e un capodanno sulla neve..
    Sapete qualche hotel in qualche località bellina dove possiamo soggiornare??thanks

    • Marco (admin)
      Marco (admin)

      Abbiamo ben due sezioni dedicate al capodanno sulla neve e al capodanno in rifugio, date un’occhiata se trovate qualcosa che vi piace!

  2. Ida

    Vorrei un hotel per un gruppo di amici ,buono, per per 5 giorni comprensivi del capodanno, comprensivo del cenone del 31 dicembre 2015 .

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)