Home » Capodanno Italia » Capodanno in Campania » Capodanno a Caserta: da non sottovalutare!

Capodanno a Caserta: da non sottovalutare!

Capodanno a Caserta, la Reggia
La Reggia di Caserta, uno degli edifici storici più visitati d'Italia.



Spesso Caserta è una meta sottovalutata dal turismo di massa che preferisce dirigersi verso le zone più note nella regione Campania. In realtà Caserta ha davvero tanto da offrire al visitatore: con il suo perfetto connubio tra cultura, storia e natura può diventare una meta ottimale per festeggiare il Capodanno, grazie anche ai numerosi eventi pensati per l’occasione che renderanno unica la permanenza in città.

Caserta: come organizzare la vacanza

Dove si trova e come raggiungerla

Caserta si trova nella regione Campania, in una posizione lontana dal mare. Per raggiungerla si possono scegliere vari mezzi di trasporto. Se si opta per la propria auto si deve percorrere l’Autostrada del Sole, nota anche come A1, e proseguire sulla Salerno-Reggio Calabria con uscita al casello di Caserta Nord.

La città è anche dotata di una stazione ferroviaria per cui può essere raggiunta in treno. In questo caso occorre prendere l’Alta Velocità fino a Napoli e poi procedere con la linea regionale che collega il capoluogo campano alla città di Caserta.

Se invece si preferisce utilizzare l’aereo, l’aeroporto più vicino è quello di Napoli Capodichino. Una volta atterrati si può raggiungere Caserta con le linee di autobus dedicate oppure in treno da Napoli arrivando alla stazione con gli AIRbus, linee di autobus dirette che collegano l’aeroporto con la stazione centrale.

Capodanno a Caserta, la Reggia
La Reggia di Caserta, uno degli edifici storici più visitati d’Italia.

Dove dormire a Caserta

Caserta è dotata di tantissime soluzioni per soggiornare per una o più notti. Le tipologie di hotel sono molto varie e consentono di optare sia per strutture stellate che per piccoli ma accoglienti b&b che hanno sicuramente un costo più basso. Generalmente tutte le soluzioni proposte hanno compresa nel prezzo la prima colazione e sono improntate alla pulizia e al comfort.

Per chi vuole scegliere un b&b semplice ma confortevole, è possibile soggiornare presso una struttura chiamata 600 Passi. Il nome fa riferimento alla distanza che separa la struttura dalla bellissima Reggia di Caserta, un capolavoro architettonico di stampo vanvitelliano. La struttura offre camere singole, doppie e triple, tutte con bagno privato e prima colazione.

Per chi non vuole rinunciare alle comodità dell’hotel pur risparmiando sul costo, una soluzione indicata può essere il Resort San Leucio che offre camere singole, doppie, triple e quadruple con bagno privato. La struttura è dotata anche di sala conferenze, ristorante e un bellissimo giardino esterno.

Per chi cerca, invece, il lusso, c’è lo storico Hotel Vanvitelli, una struttura a cinque stelle che mette a disposizione anche una bellissima SPA.

Eventi di Capodanno a Caserta

Ogni anno a Caserta il Capodanno viene festeggiato in piazza. Il luogo di incontro di tutti, turisti e non, è Piazza Matteotti dove viene allestito un maxi palco sul quale si esibiscono molti artisti sia locali che di fama nazionale. Si attende la mezzanotte ascoltando esibizioni di musica dal vivo e si festeggia a mezzanotte brindando all’anno nuovo tutti insieme. Successivamente Piazza Matteotti si trasforma in una discoteca a cielo aperto con balli e dj set per tutta la notte.

Non mancano, poi, gli eventi che vengono organizzati nei diversi locali notturni e nei ristoranti. La tradizione del cenone di Capodanno è molto viva in Campania e a Caserta in particolare dove nei ristoranti si avvicendano a tavola tanti piatti tipici della tradizione gastronomica delle feste campane come gli spaghetti con le vongole e le cozze, il capitone fritto, cotechino e lenticchie e molto altro ancora, per chiudere in dolcezza con roccocò e mustacciuoli, due dolci tipicamente natalizi napoletani.

A Caserta, però, non si festeggia solo a Capodanno: in realtà, infatti, tutto il periodo che precede il Natale e l’ultimo giorno dell’anno fanno di Caserta una meta imperdibile per il clima festoso che si respira. Le stradine del centro storico, già ricche di negozi di ogni tipo, si trasformano in un mercatino a cielo aperto con numerose bancarelle che propongono abbigliamento, articoli natalizi e artigianato locale. Il giro di shopping, poi, può essere intervallato da una sosta in una delle tante pasticcerie della città dove rifocillarsi con un buon caffè e un piccolo dolce.

Cosa Vedere e Cosa Fare a Caserta

Sicuramente chi sceglie Caserta per trascorrere le vacanze di Capodanno lo fa per poter ammirare i tantissimi monumenti che la città offre. Caserta è conosciuta soprattutto per la famosa Reggia, il palazzo reale voluto dalla famiglia dei Borbone che è stato costruito intorno al 1770 da Luigi Vanvitelli sull’esempio della Reggia di Versailles. La dimora storica è dotata anche di un meraviglioso parco dove si possono ammirare tante specie diverse di flora e fauna nonché bellissime fontane.

La Reggia di Caserta è stata dichiarata patrimonio dell’Unesco insieme all’Acquedotto vanvitelliano, ancora oggi interamente conservato ed esempio di grande opera ingegneristica del Settecento. Il complesso di San Leucio è un’altra residenza edificata secondo lo stile vanvitelliano dov’è ospitato il Museo della Seta.

Caserta, infatti, per volere dei sovrani francesi fu un centro di importanza mondiale per la produzione della seta che proprio qui a San Leucio trovò il suo fulcro più fulgido. Una visita la merita anche il quartiere storico conosciuto come Casertavecchia, il nucleo più antico e storico della città con edifici di epoca medievale.

Da vedere nei dintorni

Se si decide di trascorrere a Caserta un periodo più lungo di un weekend, ad esempio fino alla Befana, si può ipotizzare di visitare anche altri luoghi interessanti nelle vicinanze della città.

Sicuramente una visita a cui non si può rinunciare è quella di Napoli. Il capoluogo campano sta vivendo un periodo di rinascita e accoglie i visitatori che intendono abbinare le visite culturali – Palazzo Reale, il teatro San Carlo, il centro storico con i Quartieri Spagnoli, il Duomo solo per citare alcuni dei monumenti più rappresentativi – alla buona tavola ma anche alla natura.

Per chi ama il mare, invece, non c’è che l’imbarazzo della scelta con le isole di Ischia, Procida e Capri. Pure la Costiera Sorrentina con i suoi tesori come Sorrento, oppure la Costiera Amalfitana, con Positano, Amalfi e Vietri sul Mare, sono fra le mete consigliate.

Per un tuffo nella storia, infine, c’è la visita a Pompei ed Ercolano dove si possono ammirare i resti intatti di due antiche città romane inalterate dal tempo poiché interamente ricoperte dalla lava del vulcano Vesuvio.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)