Capodanno a Bucarest

Capodanno a Bucarest, il palazzo del Parlamento.
La piazza davanti al Palazzo del Parlamento di Bucarest dove si svolge la festa clou del Capodanno.



Se state cercando una meta per le vostre vacanze di capodanno, che coniughi originalità, fascino estero e poca spesa, la Romania è da tenere in considerazione, e in particolare Bucarest è un’ottima scelta. Perché? La città, già vivace e interessante durante tutto l’anno, il 31 dicembre riserva delle sorprese speciali e regala emozionanti serate, perfette sia per single che per coppie, e anche per le famiglie!

Bucarest è da sempre conosciuta come la piccola Parigi, un appellativo che la paragona ad una delle capitali più belle d’Europa. E, per quanto un po’ decadente, la fama è secondo noi ben meritata. Trascorrere il capodanno a Bucarest significa infatti divertimento, emozioni e anche qualche brivido: siamo pur sempre nella terra di Dracula e il mistero che aleggia intorno a questa figura e ai castelli dei dintorni, non può che accrescere la curiosità e l’interesse di chi cerca un viaggio di capodanno un po’ alternativo.

Ecco la guida giusta che spiega i motivi per cui scegliere proprio Bucarest per brindare al nuovo anno.

Bucarest: come organizzare la vacanza

Dove si trova e come raggiungerla

Bucarest è la splendida capitale della Romania, terra del celebre conte Dracula di cui si narrano le macabre storie sin dai tempi più remoti. Ubicata a sud del paese, è facilmente raggiungibile con ogni mezzo di trasporto, primo tra tutti l’aereo. Lo scalo aeroportuale è molto ampio ed è collegato alle principali città dell’Europa tramite numerosi voli, per lo più low-cost (bene!). Si tratta di una struttura internazionale che si trova esattamente ad Otopeni, una località poco distante dalla zona centrale.

Anche se l’aereo rappresenta il mezzo più veloce per giungere in città, si possono utilizzare anche altre modalità di trasporto, come l’auto oppure l’autobus. In entrambi i casi si può entrare in città da più parti: da Brasov, Pitesti, Constanta e Giurgiu. Risulta però evidente che la tratta sembrerà molto più lunga se si decide di percorrere tutto il viaggio con questi due mezzi, nonostante le buone condizioni delle autostrade locali e del traffico relativamente tranquillo. In particolare, se scegliete di arrivare nella capitale della Romania in autobus dovete sapere che Bucarest possiede diversi terminal.

Raggiungere la città rumena in treno significa poter scegliere senza problemi la stazione di partenza. La città infatti è collegata da un circuito ferroviario piuttosto ampio che, partendo dalle principali capitali europee, finisce per giungere proprio nel cuore di Bucarest nord. Alla stazione è possibile prendere diverse linee di autobus per essere condotti facilmente nell’hotel dove avete prenotato.

Capodanno a Bucarest, il palazzo del Parlamento.
La piazza davanti al Palazzo del Parlamento di Bucarest dove si svolge la festa clou del Capodanno.

Dove dormire

Gli alloggi nella città sono veramente tanti, e molto a buon mercato. Inutile cercare tra le strutture modeste, quando anche un 4 stelle in centro costa quanto una nostra pensioncina! Abbiamo deciso di selezionarne alcuni tra tutti quelli che ci sono particolarmente piaciuti.

Ecco perché un ottimo hotel dove alloggiare è il Grand Hotel Continental, rigorosamente a 5 stelle. Si trova in una posizione perfetta per spostarsi anche senza l’ausilio di un mezzo di trasporto proprio perché sito al centro di Bucarest. E per i suoi visitatori, prima o dopo la festa di fine anno, sono riservati servizi esclusivi, come la spa interna, la sala fitness e una cucina dove gustare i piatti tipici del luogo e altre specialità gourmet. Ma questa struttura alberghiera non è l’unica che offre sauna e piscina per un relax totale: diversi resort della zona, da 4 o 5 stelle, possiedono un centro benessere.

Un altro ottimo albergo è Athenee Palace Hilton Bucharest, una costruzione per gli amanti del lusso che facilita la vita ai turisti che arrivano in treno, data la sua vicinanza con la stazione ferroviaria. Oltre ad alberghi lussuosi esistono anche strutture più economiche, che offrono comfort e agi ai loro visitatori, escludendo però servizi come la sauna e i massaggi.

Tra questi hotel di dimensioni minori, potete valutare l’Old Town Boutique Hotel, 3 stelle, che è ubicato in posizione centrale e si mostra perfetto per chi deve festeggiare il capodanno in zona e non ha intenzione di stare a lungo nella sua camera d’albergo, ma al contrario vuole vivere la città alla scoperta delle sue bellezze e degli eventi organizzati per festeggiare l’anno che verrà.

Eventi di Capodanno a Bucarest

Dopo essere giunti nella capitale rumena e avere riposto i bagagli nell’albergo è il momento di uscire per festeggiare il capodanno a Bucarest. Ma cosa offre la città in questo magico giorno dell’anno? Tra suoni, luci e musica sarà impossibile annoiarsi! Basti pensare che ogni piazza o locale è vivo e pieno di gente pronta a ballare per tutta la notte e divertirsi fino all’alba.

Proprio dinanzi al Parlamento, in Piazza Constitutiei, ogni 31 dicembre la città organizza il concerto di fine anno. Essendo un evento pubblico svolto in piazza è assolutamente gratuito e offre musica dal vivo fino all’arrivo del nuovo anno, che viene accolto con sfavillanti fuochi d’artificio che brillano in tutta la città. Poi, subito dopo lo spettacolo dei fuochi si ricomincia a cantare e ballare fino alle prime luci del sole.

L’unico accorgimento è quello di vestirsi abbastanza pesanti perché le temperature in questo periodo dell’anno sono piuttosto basse. Infatti, i locali si riempiono molto velocemente di persone che in questo momento di festa ne approfittano per bere qualcosa di caldo e combattere il freddo esterno. Ovunque si organizzano cenoni e grandi abbuffate con l’immancabile brindisi al nuovo anno.

Ciò che rende la Romania e dunque la sua capitale così folkloristica non sono solo le feste organizzate e la musica che si sente da più parti, ma anche le tradizioni che ruotano intorno al significato del capodanno. I rumeni vedono questo momento come un passaggio significativo verso una vera e propria rinascita. E osannano questo importante passo con usanze tipiche che vedono uomini mascherati battere a terra dei bastoni e rivolgerli poi alla folla. Si tratta della tradizione legata alle maschere di Maramures, che prevede una schiera di uomini mascherati con la faccia di demoni o di vecchi con la barba.

Perché questo rito? Serve a identificare il mondo dell’aldilà e fare da mediazione con quello dei vivi. In questo modo si preservano le persone presenti dal male e si allontanano gli spiriti maligni dal nuovo anno. Alcuni villaggi limitrofi alla città organizzano vere e proprie sfilate con uomini mascherati che, a suon di musica e tamburi, accompagnano il vecchio anno verso la sua fine e salutano quello nuovo, creando un clima di festa del tutto originale.

Cosa Vedere e Cosa Fare a Bucarest a Capodanno

Se siete in viaggio a Bucarest e volete noleggiare un’auto per visitare i dintorni, allora il castello del leggendario Dracula (qui chiamato solo col suo vero nome: Vlad Tepes) è sicuramente la meta da non perdere. Ma se la struttura è chiusa per l’ultimo giorno dell’anno, niente paura! Ci sono molti altri castelli nella zona e alcuni di questi per capodanno organizzano vere e proprie feste a tema “misteriose” per i loro ospiti. Si sfrutta quell’aria di mito che si respira in tutta la Romania e ognuno di questi veglioni vuole proprio regalare emozioni forti e indimenticabili, tra luci e ombre, musica e canti, leggende e realtà.

In città, inoltre, potrete vedere l’imponente Palazzo del Parlamento che rappresenta la sede del potere oppure scegliere qualcosa di più bucolico, recandovi al Parco Herastrau dove si trova anche il Museo del Villaggio, una ricostruzione fedele di un tipico villaggio rumeno di qualche secolo fa. Se siete amanti dell’arte potrete recarvi al Museo Nazionale d’Arte Rumena dove sono conservati capolavori del Tintoretto, Monet, Veneziano e Rubens.

Da vedere nei dintorni

In Romania, oltre a Bucarest, si possono visitare anche le altre interessanti città, soprattutto nel periodo legato a capodanno che le arricchisce di un’atmosfera ancora più suggestiva. Inutile dire che la Transilvania è quella che attira più turisti!

Brasov e Sibiu sono le località più gettonate nel centro della Romania. La prima a capodanno diventa una meta ancora più caratteristica, per il suo stile così medievale che riporta indietro nel tempo i suoi visitatori. La seconda, invece, saprà stupirvi già con le sue particolari abitazioni che vi osservano passo dopo passo. La città con le cosiddette case con gli occhi, velatamente coperte dalla neve in questo periodo dell’anno, sapranno affascinarvi anche se state solo passeggiando per le sue vie e non potranno che attirare la vostra attenzione e curiosità. E proprio nella notte più importante è possibile trascorrere il capodanno in una di queste insolite abitazioni che si prestano per l’occasione ad essere dimora di turisti in cerca di originali festeggiamenti.

Ah, e già che siete in Transilvania, non mancate una veloce visita alla tipica cittadina di Sighisoara.

La Romania, terra dell’est coi suoi contorni misteriosi e al tempo stesso affascinanti, è una meta che qualche anno fa non faceva parte delle destinazioni scelte dai turisti per capodanno. Oggi trascorrere questa festività in una delle sue regioni, come la bellissima Parigi dell’est, è molto in voga tra i turisti che vogliono brindare ad un nuovo anno nel modo più spensierato, alla scoperta delle suggestive tradizioni del luogo.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)