Home » Capodanno in Europa » Capodanno nelle Capitali Europee » Capodanno a Bruxelles: una vera sorpresa!

Capodanno a Bruxelles: una vera sorpresa!

Bruxelles: la Grand Place addobbata per il Natale
Bruxelles: la famosa Grand Place addobbata per il Natale



Molti la considerano una capitale di secondo piano, da vedere “perchè le altre le abbiamo già visitate tutte“. I giovani poi, la considerano solo la… noiosa sede delle istituzioni Europee. Sfatiamo subito questi preconcetti! Bruxelles a noi piace e vi assicuriamo che a Capodanno l’atmosfera festiva e i numerosi eventi, la rendono decisamente frizzante per i giovani e piacevole per le famiglie.

Da queste parti, poi, la tradizione natalizia si fa sentire più forte che mai e vi sembrerà di essere all’interno di una fiaba: ovunque troverete alberi di Natale addobbati, musica natalizia diffusa per strada, dolci tipici e ovviamente tanto tanto cioccolato!

Inoltre vogliamo aggiungere che Bruxelles è perfetta per chi ha pochi giorni a disposizione: a differenza di altre capitali europee, le attrazioni turistiche si visitano in fretta e rimane tempo per vivere un po’ la città. Siete pronti a partire?

Bruxelles: da sapere prima di partire

Ecco alcune informazioni utili per organizzare il viaggio di capodanno nella capitale Belga.

Che tempo fa?

Come ben vi immaginerete, a Bruxelles fa freddo. E se incontrerete le masse di aria fredda provenienti dalla Russia, farà freddo ancora di più! Quindi se intendete trascorrere il capodanno in piazza, attrezzatevi con buoni tessiti tecnici. Durante l’inverno può nevicare (pure!): fortunatamente non si tratta di nevicate forti e decise, ma di giornate di nevischio.

Bruxelles: la Grand Place addobbata per il Natale
Bruxelles: la famosa Grand Place addobbata per il Natale

Voli: come arrivare

Essendo nel pieno del cuore pulsante dell’Europa, Bruxelles ha ottimi trasporti e servizi ed è ben collegata all’Italia grazie a numerosi voli, anche low cost.

Ryanair vola per lo più su Charleroi, distante circa un’ora di shuttle-bus: se da un lato questo può risultare scomodo, vi assicuriamo che sarà facile trovare ottimi prezzi per il volo, anche in alta stagione.
Altrimenti potrete optare per l’aeroporto principale della capitale belga: il Bruxelles National è servito dalle low cost Easyjet e Jetairfly , dalla compagnia belga Brussels Airlines e da Alitalia. Ma questo è, a nostro avviso, un viaggio da affrontare con filosofia a basso costo.

Come spostarsi

Bruxelles vanta una delle più moderne linee di metropolitana, anche se non è possibile affermare che sia di conseguenza anche molto efficiente visto che non collega capillarmente tutte le zone della città, ma serve per lo più per collegare le periferie al centro. Sono 6 le linee attive su tutto il territorio della capitale belga, anche se soltanto 4 sono vere linee sotterranee: le altre due sono “leggere”, vale a dire tram di superficie. Inoltre alcune di quelle sotterranee viaggiano una parallela all’altra, quindi è come se si potesse contare su sole 3 linee totali. La nota positiva è che per la sera del 31 dicembre la metropolitana prolunga il suo servizio fino alle 2:00 di notte ed inoltre per l’ultima sera dell’anno è gratuita (fino alle 9:00 del mattino)!

Valide alternative per spostarsi in città sono i tram (una delle reti più estese d’Europa) e gli autobus, perfetti per tornare a casa a tarda notte o raggiungere le zone periferiche della città.

Dove dormire

Gli hotel a Bruxelles sono abbastanza convenienti e sono presenti tutte le maggiori catene comprese quelle “intelligenti” come Ibis, Radisson Blu, Pullman, Holiday Inn, ecc. Noi vi consigliamo di cercare un hotel in zona Gare du Midi, dove arriva lo shuttle bus da Charleroi: sono presenti molti hotel a basso costo ed è una zona non bella ma vicina al centro e ideale per i trasporti. Altrimenti optate per la zona di Gran Place, anche se i prezzi saranno certamente più alti, visto che si tratta di una delle zone centrali della città.

Fate attenzione alla colazione: è quasi sempre esclusa dal costo della camera e può essere costosissima (anche 20 o 30 euro!). Se volete risparmiare, verificate che in zona ci sia uno Starbucks o simili per farla autonomamente.

Cosa vedere a Bruxelles

Ma veniamo alle attrazioni e le cose da vedere: vero centro e riferimento della città è la Grand Place, piazza molto vasta (come dice il nome) dove hanno sede il municipio, ben 3 chiese e molti altri edifici in stile gotico che la fanno definire sulle varie guide una delle piazze più belle del Mondo (patrimonio UNESCO). Questa definizione può far sorridere un Italiano, abituato a piazze molto più grandi e scenografiche, ma rimane comunque un luogo molto bello. Vanta inoltre gli addobbi festivi più belli della città, compreso un gigantesco abete e giochi di luce ad orari prestabiliti!

L’Atomium è forse il monumento più noto, un avveniristico edificio a forma di atomo di ferro altro oltre 100 metri nelle cui sfere si può entrare per vedere un panorama dall’alto: la sua storia ricorda quella della Torre Eiffel: costruito per un’Esposizione Universale (quella del 1958), doveva essere smantellato, ma è diventato un simbolo della città e terrazza panoramica su di essa. Si trova in periferia, raggiungibile in metro o bus.

Sempre tra gli edifici moderni, imperdibile la visita (gratuita) al Parlamentarium, il Parlamento Europeo.

Da non perdere anche le numerose chiese gotiche e seicentesche presenti in città, compresa una, la cattedrale di St Michel, molto simile alla Notre Dame di Parigi. Da vedere anche il Palazzo Reale e ovviamente il monumento più simbolico di tutto  Belgio, il Menneken Pis (ragazzo che fa pipì), una statua bronzea che simboleggia simpaticamente la libertà di spirito dei belgi.

Non rimarranno delusi neanche gli appassionati di arte e di musei: dalle pinacoteche colme di dipinti dei principali pittori fiamminghi, dal museo del cioccolato ad un enorme museo di scienze naturali, ce n’è davvero per tutti i gusti. Noi vi consigliamo una visita al museo di Magritte ed al museo Victor Horta, uno dei maggiori interpreti dell’art Nouveau della quale in città sono presenti alcune rappresentanze di gran pregio (palazzi e decorazioni). Pubblicizzatissimo quanto assurdo, esiste anche un museo dei “vestitini” che periodicamente vengono fatti indossare dalla statua del Menneken Pis.

Cosa si fa per capodanno?

La piazza Gran Place è da visitare sia di giorno che di sera: è ovviamente il teatro ideale per il brindisi di mezzanotte in strada, che avviene in maniera festosa insieme a turisti di tutta Europa, incuranti del freddo spesso pungente. Grazie agli ampi spazi, il mercatino che si svolge qui è una vera festa, con tanto di ruota panoramica e numerosi banchetti di specialità culinarie, ottima alternativa ai non eccezionali ristoranti e pub della città.

Tra i cibi da assaggiare, vi farà sorridere sapere che il piatto nazionale sono le patatine fritte! Obiettivamente di ottima qualità, possono accompagnare altri piatti fritti oppure le immancabili cozze, cucinate con un denso e saporito sugo. Non mancate poi di assaggiare quante più birre potete: il Belgio vanta centinaia di marche con caratteristiche molto diverse tra loro, e scoprirne sempre di nuove è un passatempo sia dei turisti che degli abitanti.

Il cuore del divertimento e dei festeggiamenti in strada è quello racchiuso nella zona pedonale tra Bourse e De Brouckère: dalle ore 19:00 sarà possibile affluire in questa zona dove verranno effettuati rigidi controlli purtroppo a seguito degli attacchi terroristici che hanno visto protagonista questa città. Sono vietate le bottiglie in vetro e così come i fuochi d’artificio.
Fate conto che la stazione De Brouckère viene chiusa alle 19:00, mentre quella Bourse alle 21:00, quindi per raggiungere queste zone in tutta tranquillità cercate di evitare gli ultimi treni a disposizione. Alle ore 20:00 comincia lo spettacolo itinerante che prende il via in Rue De Augustins, mentre alle ore 23:00 si potrà assistere a spettacoli di musica, di suoni e di luci che culminano nello spettacolo pirotecnico della mezzanotte. La fine della festa è prevista per le 1:00 di notte.

Se avete ancora voglia di festeggiare potrete spostarvi in uno dei tanti locali del centro, dove ci sarà da ballare tutta la notte, tra drink, bevute e tante turiste straniere. Disseminati per tutta la città si trovano più di 60 dj pronti a farvi divertire: dalla musica house e tecno delle classiche discoteche, ai rave party organizzati all’interno di ex aree industriali, fino a feste esclusive all’interno di palazzi coloniali, senza dimenticarsi le 10 h di musica continuata messa in consolle all’interno della Central Station nella Horta Gallery. Interessanti, ma forse un po’ meno per in giovani, sono i locali dove viene suonata musica jazz.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)