Home » Capodanno in Europa » Capodanno in Portogallo » Capodanno a Lisbona: è vera movida!

Capodanno a Lisbona: è vera movida!

Bellissimi fuochi sul mare, la notte di capodanno a Lisbona
Bellissimi fuochi sul mare, la notte di capodanno a Lisbona



Forse vi chiederete: ma perché trascorrere il capodanno a Lisbona, quando a Parigi o Londra si concentrano giovani, divertimento e feste fino all’alba? A torto, molti Italiani si pongono questa domanda sottovalutando la movida di Lisbona durante il periodo di capodanno, credendo che che il ritmo lento che caratterizza la sua gente e il suo modo di vivere, si rifletta anche sulla notte di San Silvestro. Non è affatto così!
La capitale del Portogallo, infatti, è una meta frizzante, economica, giovane, che allo stesso tempo porta con sé un importante bagaglio culturale e storico.

Scegliere Lisbona per capodanno risulterà un’ottima scelta e una valida alternativa alle capitali europee più frequentate (e costose!). Camminando per le sue vie vi accorgerete che la capitale portoghese sa cambiare volto, trasformandosi in qualcosa di unico e originale.
E poi, potrete dire di aver vissuto un capodanno più “caldo” che in altre zone d’Europa: infatti, grazie alla latitudine che influisce molto sul clima della città, la colonnina di mercurio non crolla mai sotto i 10°C.

Lisbona: organizzare il viaggio

Di seguito trovate alcune informazioni pratiche che vi potranno essere utili per organizzare il viaggio di capodanno nella capitale portoghese. Successivamente potrete leggere come si festeggia l’arrivo del nuovo anno per le strade di Lisbona.

Clima: capodanno al caldo

Ve lo abbiamo già detto, ve lo ripetiamo. A Lisbona non occorre un abbigliamento pesante ed invernale, visto che difficilmente le temperature scendono sotto i 10°C. Se poi avrete la fortuna di imbattervi nell’anticiclone delle Azzorre, il gioco è fatto e potrete godere di giornate ancora più miti. L’unico inconveniente è che nei mesi tra dicembre e gennaio, a Lisbona piove spesso. Non è escluso, infatti, di dover trascorrere l’ultimo dell’anno sotto la pioggia: ma noi siamo ottimisti!

Bellissimi fuochi sul mare, la notte di capodanno a Lisbona
Bellissimi fuochi sul mare, la notte di capodanno a Lisbona

Voli: low-cost o di linea?

Lisbona è facilmente raggiungibile dall’Italia grazie ai numerosi voli quotidiani dai principali aeroporti della Penisola: la compagnia low cost Ryanair collega la città con gli aeroporti italiani di Milano Orio al Serio, Pisa e Napoli, mentre la concorrente Easyjet parte solo da Milano Malpensa. Da non sottovalutare anche le tariffe della compagnia di bandiera portoghese, la TAP Portugal che offre collegamenti con i maggiori aeroporti italiani a prezzi spesso accessibili e convenienti.

Per spostarsi in città: i vecchi tram

Se la metro sta a Parigi come i bus rossi stanno a Londra, allora il tram sta a Lisbona. Una volta sbarcati in città, non ponetevi molti problemi su come spostarvi tra un colle e l’altro (per chi non lo sapesse Lisbona è adagiata su sette colli, un po’ come Roma), infatti avrete a disposizione una fitta rete di collegamenti pubblici che si dividono tra tram e ascensori. Gli “electricos”, così come vengono affettuosamente chiamati i tram, attraversano tutte le vie della città, sfiorando portoni, finestre e muri: se volete provare l’ebrezza di queste particolari corse, non dimenticatevi di saltare sul tram numero 28, la linea più turistica e caratteristica della città.

Dove dormire?

Per i giovani consigliamo senz’altro di cercare una sistemazione a Barrio Alto, il quartiere che vive di notte e dorme di giorno, sconsigliato alle famiglie che viaggiano con i bambini. I giovani potranno tirar tardi fino all’alba nei tanti locali e taverne, anche dopo aver festeggiato il capodanno in Praça do Comércio. Le famiglie potranno spostarsi verso Avenida da Liberdade, dove sono presenti molte catene alberghiere e strutture molto turistiche, ma poco caratteristiche: fortunatamente il quartiere paga con la tranquillità e la quiete. E per le coppie? Certamente i quartieri di Castello e Alfama, dove trovare un ristorante o una taverna tipica è solo l’inizio della romantica serata.

Se invece volete risparmiare e spendere ancora meno di quello che spendereste in questi quartieri, optate per i più anonimi e poco vivaci quartieri di Baixa e Rossio.

Cosa vedere a Lisbona

Adagiata sulla foce del fiume Tago, la città ha perso molte delle sue caratteristiche principali a causa di una forte terremoto e di un conseguente maremoto che l’hanno duramente colpita nella seconda metà del ‘700. Proprio per questo motivo, pur vantando un forte passato coloniale, Lisbona si presenta come un centro tardo-barocco e neoclassico, rispettivamente tipici della fine del ‘700 e degli inizi dell’800.

Se non avete mai visitato la città, vi serviranno almeno tre giorni per muovervi su e giù tra i 7 colli. Quello che trovate di seguito è un itinerario di massima, ideale per prendere qualche spunto durante la vostra permanenza nella città. Cominciate dal quartiere Baixa, cuore della città, dove potrete ammirare il Convento do Carmo e la pianta a scacchiera della piazza, ridisegnata così dopo il terremoto. Poi spostatevi verso il quartiere moresco dell’Alfama, forse la zona più tipica e caratteristica della capitale, dove la vita scorre ancora lenta secondo i ritmi di una volta: qui potrete visitare e scattare fotografie sull’altro simbolo della città, la Torre di Belem. Non scordatevi neanche una visita al Monastero dos Jeronimos, da dove potrete ammirare una magnifica vista sulla città.

Ma non avevamo detto che Lisbona è una città giovane e dinamica? Infatti spostatevi a Barrio Alto, cuore della movida e zona dove si concentrano la maggior parte dei locali e dei ristoranti dove vi consigliamo di cominciare la serata di capodanno.
Altrimenti prima di dirigervi verso il quartiere più alto della città (Barrio Alto appunto), soffermatevi a cenare nelle piccole taverne affacciate sul porto che, oltre ad essere molto accoglienti, sono il luogo ideale per assaggiare una delle specialità tipiche della zona: il bacalao, merluzzo preparato secondo la tradizionale ricetta del XVI secolo. Ed è da qui che comincia la vostra serata all’insegna del divertimento e della gioventù.

Capodanno a Lisbona

Come probabilmente avrete capito, il quartiere consigliato per trascorrere un capodanno movimentato e divertente è quello di Barrio Alto. Quindi dopo aver cenato (non avrete alcuna difficoltà a trovare un locale che serva specialità locali o pesce fresco a cifre alquanto contenute), recatevi nella zona più alta della città: muovetevi tra locali tipici e taverne dove potrete respirare la vera movida di Lisbona. Tra le strette vie del quartiere incontrerete centinaia di giovani pronti a festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Dopo aver bevuto qualcosa, potrete spostarvi verso l’Alcantara, l’altra zona giovane dove potrete ballare ed ascoltare musica dal vivo fino alle prime luci dell’alba: è proprio in questa zona, infatti, dove si concentrano numerose discoteche e locali notturni.

Dall’alto dell’Alcantara è anche possibile ammirare lo spettacolo pirotecnico che illumina il cielo di Lisbona alla mezzanotte. Come alternava potrete optare per una delle zone più alte della città: il St. George’s Castle, mentre se non avete fatto in tempo a salire sui colli, fermatevi al Parque das Nações, visto che anche in questa zona vengono sparati i fuochi d’artificio.

I giovani e la movida portoghese non si trovano soltanto a Barrio Alto, infatti se amate il bagno di folla, potrete spostarvi sulle rive del fiume Tago, precisamente nella Praça do Comércio, dove ogni anno viene organizzato un grande concerto: in questa grande area si riuniscono cittadini e turisti per dare il benvenuto al nuovo anno tra balli, canti e tanto divertimento. Al contrario, una delle zone più tranquille della città è quella di Parque das Nações, area verde affacciata sulle rive del Tago dalla parte orientale della città: in questa zona non troverete il caos che caratterizza Praça do Comércio, ma comunque potrete sempre festeggiare ammirando lo spettacolo pirotecnico e brindando con un buon bicchiere di “vinho verde” all’arrivo del nuovo anno.

Un’alternativa al caos del centro

La movida non fa per voi? Ok, basta evitare di recarsi nelle zone di Barrio Alto e dirigetevi verso Portugalia o Vela Latina: qui mangiate qualcosa di tipico e attendete la mezzanotte. Potrete avere l’opportunità di ammirare lo spettacolo dei fuochi d’artificio direttamente dalla Torre di Belem.

Sconsigliato ai giovani, ma consigliato per chi ama la musica nostalgica, è trascorrere la sera di capodanno in una “casa del fado”. Per chi non lo sapesse il fado è la tipica musica portoghese che porta con se una buona dose di nostalgia ed emozioni particolari. Se siete interessati cercate una delle tante case del fado che si trovano nel quartiere moresco dell’Alfama: troverete proposte per la serata di capodanno con tanto di cenone e musica dal vivo.

Il rituale dell’uva

I portoghesi amano dare il benvenuto al nuovo anno sotto il segno del buon auspicio. Infatti, secondo un antica tradizione che risale al XVII secolo, i partecipanti alla festa di fine anno, sono tenuti a mangiare dodici chicchi d’uva, uno per ogni rintocco che porta alla mezzanotte. Questa usanza, che risale alla dominazione spagnola, viene rivendicata ogni anno dai portoghesi, che tengono molto a cominciare il nuovo anno sotto la buona sorte. Infatti solo chi riuscirà nell’impresa di mangiare un chicco ogni rintocco, avrà un anno ricco di abbondanza e fortuna. La stessa usanza la ritroviamo in Spagna.

Alla fine dei rintocchi, un grande spettacolo di fuochi d’artificio illumina il cielo di Lisbona: i fuochi vengono sparati da una zattera posizionata sul fiume Tago, in modo da permettere a tutti i partecipanti di ammirare questo imperdibile spettacolo di fine anno.


3 commenti

PER FARE UNA DOMANDA O CHIEDERE UN CONSIGLIO SUL CAPODANNO, SCRIVI IN FONDO ALLA PAGINA, O RISPONDI AGLI ALTRI MESSAGGI
  1. Katia

    Quanto mi costa per due adulti e due bambini di 8 e 13 anni? Partenza da Firenze

    • Marco (admin)
      Marco (admin)

      Questo articolo, in verità, vuole essere uno spunto per una organizzazione fai-da-te!

  2. Eugenio Cerri

    Quanto mi costa per due persone volo da venezia a lisbona con mezza pensione dal 31 dei 12 al 2 dell 1

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)