Home » Capodanno in Montagna » Settimana bianca: 5 buoni motivi per NON farla a Capodanno

Settimana bianca: 5 buoni motivi per NON farla a Capodanno

settimana bianca a capodanno
Settimana bianca: meglio a capodanno o in bassa stagione?



Siete appassionati di sci, di montagna e amate trascorrere le vostre vacanze in settimana bianca? Ecco a voi una breve guida con 5 motivi per “non” farla a cavallo del capodanno… ebbene sì, questa è una guida al contrario, anziché consigliarvi una destinazione, stavolta cerchiamo di sconsigliarvene una!

1- Troppo affollamento

Il vero appassionato di montagna se la gode quando ci sono meno turisti… perché ritrovare in amene e sperdute vallate gli stessi problemi della città, non è il massimo. A Capodanno nelle località più rinomate si registra traffico e addirittura smog, code agli impianti di risalita e affollamento in pista, lunghe attese ai rifugi e nelle baite… addirittura gli odiosi problemi di parcheggio. Difficile rilassarsi in queste condizioni!

settimana bianca a capodanno
Settimana bianca: meglio a capodanno o in bassa stagione?

2- Prezzi troppo cari

La settimana che comprende il 31 Dicembre è di gran lunga la più costosa in ogni località di montagna, complice la grande richiesta. Rispetto alle settimane di bassa stagione di Gennaio e di Dicembre, si può spendere anche il doppio per l’hotel o il residence, senza contare che lo stesso skipass, o le lezioni di sci, nel periodo delle festività, sono sempre più costosi.

3- Meteo non ottimale

Ci sono degli Inverni in cui le settimane di Natale sono tra le migliori, con neve abbondante e freddo soleggiato, tuttavia non è questa la norma. Il riscaldamento globale può farvi rischiare di trovare poca neve e spesso artificiale, prodotta dai cannoni. Non tutte le stazioni sciistiche sono infatti pienamente aperte e funzionanti per Natale e Capodanno, anche se fanno di tutto per esserlo. Spesso le piste più basse o esposte al sole non hanno una copertura di manto nevoso tale da consentirne l’apertura. Al contrario, potreste trovare delle vere tormente e freddo pungente… insomma, il meteo nell’inizio dell’Inverno è veramente imprevedibile e si rischia di non poter sciare per tutti i 7 giorni.

4- Giornate troppo corte

Questi sono i giorni più corti dell’anno, e in montagna questo si nota ancora di più. Il sole, basso sull’orizzonte, in alcuni punti non “sbuca” dai monti per tutto il giorno, con il risultato di trovarsi a sciare quasi sempre in ombra e con condizioni di scarsa visibilità… gli impianti di risalita inoltre chiudono molto presto, gia alle 16:00, rendendo più difficoltosi e tirati i lunghi “tour” che è possibile fare sulle nostre Alpi.

5- Poca scelta di hotel

Nonostante tutto, questa è e rimarrà la settimana bianca più gettonata e di conseguenza…. prenotata! Sono tante le persone che confermano l’hotel o il residence da un anno per l’altro, con il risultato che chi vuole “inserirsi”, trova spesso il tutto esaurito anche prenotando con grande anticipo. Le prime strutture ad andare esaurite sono proprio quelle dal migliore rapporto qualità/prezzo delle località più conosciute. Da Cortina all’Alta Badia, da Madonna di Campiglio a Bormio, da Cervinia a Sestriere, dalla Val di Fassa alla Val di Non, state sicuri che se volete trascorrere qui il vostro capodanno, dovrete adattarvi alle strutture che troverete disponibili e non a quelle più ammiccanti dai cataloghi.

Detto questo, per completezza c’è anche da dire che fare la settimana bianca a capodanno ha i suoi aspetti positivi… la possibilità di festeggiare in baita il veglione, l’atmosfera Natalizia che si respira nei paesini di montagna, e non ultimo il fatto che per molti è… l’unica settimana di ferie possibile nell’Inverno, soprattutto se si hanno bambini che vanno a scuola!

E voi quando preferite fare la settimana bianca, durante le festività oppure in bassa stagione?
Dite la vostra qui sotto!


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)