Home » Capodanno a Roma 2018 » Discoteche e locali: ecco il Capodanno 2010 a Roma

Discoteche e locali: ecco il Capodanno 2010 a Roma

Roma: eventi di capodanno
Roma: il Colosseo fa da riferimento per gli eventi di capodanno



E’ davvero incredibile l’offerta di cose da fare a Roma per capodanno, basta farsi un giro per i locali, consultare giornali e riviste di annunci, navigare sui siti dedicati, per capire che non esiste un angolo della nostra Capitale in cui non si organizzi una festa, un concerto o un evento per la notte del 31 Dicembre.

I primi destinatari di tanta scelta sono proprio i Romani, che difficilmente restano a casa per il veglione, ma da qualche anno sono molti anche i turisti che arrivano qui proprio per partecipare ad una delle feste organizzate e vivere un po’ della città più bella del Mondo. Anche per il 2009-2010 la scelta è innanzitutto tra due modi molto diversi per trascorrere il capodanno: in piazza o in un locale.

Roma: eventi di capodanno
Roma: il Colosseo fa da riferimento per gli eventi di capodanno

In piazza a Roma si organizzano alcune delle feste e concerti migliori d’Italia, con cantanti famosi, ospiti e collegamenti in diretta televisiva, ma è soprattutto la gente a creare l’atmosfera, davvero tanta, straripante e festosa. In migliaia e migliaia scelgono di trascorrere il capodanno così: cena semplice in pizzeria o in casa tra amici, e poi tutti fuori armati di panettone, spumante e bicchieri di plastica! Chi ama la confusione sceglierà uno dei concerti, con relativa calca e doccia di spumante assicurata, ma anche chi preferisce stare lontano dal caos sicuramente si ritaglierà uno spazio per festeggiare all’aria aperta, magari accanto ad uno dei monumenti storici della città.

Come dicevamo, è estremamente variegata anche l’offerta dei locali. Troverete proposte per serate in discoteca, in castelli, ville, e altre location simili, tutte con un comune denominatore: festa e due possibilità di ingresso, con cena, oppure dopo cena per ballo e brindisi di mezzanotte. Rispetto ai fasti degli anni scorsi, dove era d’obbligo il cenone ricco e costoso, invero solitamente di qualità deludente, quest’anno è di moda (o forse sarebbe meglio dire d’obbligo?), sobrietà e economicità. I cenoni anche nelle discoteche più famose si sono ridotti a buffet di antipasti e pizza, oppure a piatti unici, mega aperitivi, o cene con specialità etniche, che hanno il pregio di sorprendere e costare poco. E’ possibile ad esempio andare al Piper, la discoteca dei Parioli culto degli anni ’60, e spendere soltanto 60,00 euro per ingresso con cena a base di buffet di carni, brindisi e musica, 30,00 euro di più con il tavolo riservato a bordo pista. Abito elegante richiesto all’esclusivo Art Cafè a Villa Borghese, ma anche qui è possibile cavarsela con 90,00 euro per un cenone servito al tavolo dal menu tradizionale, brindisi e live music.

I prezzi salgono un po’ per le feste organizzate nelle ville, castelli e casali: qui l’ambiente è sempre più formale e più adatto a adulti e coppie, i prezzi più alti di quelli delle discoteche ma nonostante questo registrano sempre il tutto esaurito, per cui è bene prenotare in largo anticipo se avete intenzione di partecipare ad uno di questi veglioni.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)