Home » Capodanno Italia » Capodanno in Lombardia » Capodanno a Cremona

Capodanno a Cremona

Capodanno a Cremona, la cattedrale
La cattedrale di Cremona affacciata in Piazza del Comune, cuore del centro storico.



La città di Cremona si adagia sulle sponde del fiume Po. La sua posizione strategica al centro della Pianura Padana l’ha sempre resa un centro di grande interesse. Storia, cultura, eventi e manifestazioni caratterizzano il soggiorno a Cremona.

In qualunque periodo dell’anno è possibile partecipare a ogni sorta di eventi che spaziano dalla musica alla tradizione, dalle fiere e alle feste di piazza. Il suo carattere medievale e antico si fonde con la modernità offrendovi magiche suggestioni. Vediamo in dettaglio come si festeggia il capodanno a Cremona, gli eventi in programma, le iniziative, a cui aggiungiamo i consigli giusti per organizzare la vacanza nella città lombarda.

Cremona: come organizzare la vacanza

Dove si trova Cremona e come raggiungerla

Cremona è facilmente raggiungibile attraverso le principali reti autostradali e vie di comunicazione che collegano i grandi centri del nord-Italia. Il percorso in auto prevede i seguenti tragitti: da Milano dista 85 km ed è possibile arrivarci imboccando A1 e A21; dal Brennero sono 300 km e le autostrade da prendere sono la A22, A4 e A21; da Chiasso i chilometri per raggiungere Cremona sono 145 percorribili attraverso la A9, A1 e A21. Genova dista 175 km e prevede il percorso attraverso la A7 e l A21, mentre Venezia è distante 215 Km e le autostrade da prendere sono la A4 e la A21.

Lo snodo ferroviario di Cremona, invece, consente di raggiungere facilmente la città anche in treno. La stazione cittadina è capolinea delle linee per Piacenza, Fidenza, Treviglio e Brescia. Infine, è possibile raggiungere questa località anche in aereo tramite importanti aeroporti. Cremona, godendo di posizione centrale, è ben servita dai voli in arrivo agli aeroporti di Milano Linate, Milano Malpensa, Bergamo Orio Serio, Parma e Villafranca di Verona.

Capodanno a Cremona, la cattedrale
La cattedrale di Cremona affacciata in Piazza del Comune, cuore del centro storico.

Dove dormire a Cremona

Cremona è una città ricca di fascino e va assaporata pian piano. Per un soggiorno rilassante e confortevole, ci sono molte strutture ricettive che offrono servizi di prim’ordine insieme a proposte culinarie della tradizione. Molte sono dotate di centro fitness e spa, perfette per chi cerca una vacanza rilassante. Abbiamo selezionato alcune strutture che ci sono particolarmente piaciute.

L’Hotel Ristorante Il Duomo è una delle strutture alberghiere più antiche della città; si trova a pochi passi del Duomo e si affaccia su una delle strade storiche dove hanno passeggiato personaggi illustri come Stradivari e Guarneri. L’hotel è testimone di storie ed eventi che caratterizzano Cremona da secoli.

L’Hotel Impero si trova a 50 metri da Piazza Duomo; la sua posizione permette di vivere in pieno la vita del centro storico. Ristoranti, bar, locali e negozi sono concentrati in questa zona della città.

Il Cremona Palace Hotel si trova in posizione strategica a due passi dal centro storico e vicino alle principali vie di comunicazione. La moderna struttura è ideale per chi cerca un po’ di relax e un rifugio tranquillo. Tra i servizi offerti ci sono palestra, piscina coperta e scoperta, beauty center, centro massaggi, campi da tennis e molto altro.

Eventi di Capodanno a Cremona

Il Capodanno a Cremona è l’occasione giusta per partecipare ai numerosi eventi e manifestazioni che animano la città di Stradivari durante le feste natalizie. Organizzare il vostro soggiorno sarà esperienza lieta e suggestiva in virtù di tutte le occasioni che offre. La musica, l’arte e la cultura sono i temi su cui ruotano gli eventi a Cremona ma non mancano laboratori dedicati anche ai più piccoli.

Da molti anni ormai è usanza riunirsi in piazza Stradivari per ascoltare buona musica durante la notte di San Silvestro. Turisti e visitatori di ogni età potranno scambiarsi i rituali auguri di buon anno in questo contesto unico in un misto di storia e suggestione.

Il Teatro Amilcare Ponchielli prevede un calendario ricco di eventi che spaziano dalle rappresentazioni teatrali, passando per prosa e concerti. Come non partecipare ai concerti soprattutto di strumenti ad arco di cui la città ne va fiera?

Le vacanze di Natale a Cremona saranno scandite da eventi, manifestazioni, shopping e degustazioni. I ristoranti durante questo periodo si vestono a festa. La cucina cremonese spazia attraverso numerose portate che partendo dagli antipasti a base di salumi arrivano fino ai dolci, primo fra tutti il Torrone, prodotto tipico della città. Il Capodanno a Cremona è occasione propizia per assaggiarlo nelle numerose pasticcerie che lo espongono in vetrina.

I mercatini di Natale faranno da contorno a tutto questo, con luci, neve e canti natalizi. Le bancarelle sono distribuite lungo le vie di passaggio e offrono il meglio della produzione artigianale, addobbi, curiosità, assaggi e degustazioni. I più piccoli saranno attratti dagli spettacoli di saltimbanchi e burattinai che offriranno spensierate ore di divertimento.

Cosa Vedere e Cosa Fare a Capodanno a Cremona

La città di Stradivari, conosciutissima per la cultura, l’arte e la gastronomia, offre numerose attrattive che meritano la visita. Cremona vanta uno dei centri storici meglio conservati. Testimonianza di questo, sono i numerosi edifici antichi ben conservati e tutelati.

La Piazza del Comune è il nucleo su cui si affacciano il Duomo, il Battistero e la Torre campanaria, chiamata in loco Torrazzo. Da essa è possibile avere un panorama della città che appare come un dedalo di edifici sormontati da coloratissimi tetti color mattone. La Cattedrale è particolare per la sua splendida facciata di epoca con i leoni accanto al portone e il rosone centrale.

Il Palazzo Comunale insieme al Palazzo dei Militi rappresentano invece gli edifici pubblici più importanti. Nel Palazzo comunale sono custodite numerose tele, affreschi, violini di Stradivari e mobili in stile medievale e barocco. Il Museo del Violino si trova in Piazza Marconi e offre un excursus storico del violino. Secoli di intenso lavoro artigianale raccontano la passione verso la musica e la precisione artistica.

La scoperta di Cremona è consigliabile tramite passeggiata a piedi. Solo così si riesce a scorgere l’essenza della città e dei suoi edifici sia pubblici che religiosi. In relazione a questi ultimi è consigliabile entrare nelle numerose chiese dove sono custodite opere d’arte di valore. Da non perdere la visita, quindi, alla Chiesa di Sant’Agostino, Sant’Agata e San Sigismondo.

I numerosi musei presenti rimangono aperti durante le festività natalizie per dare occasione di conoscere i tesori nascosti della città. Eventi, convegni, mostre sono appositamente raccolti in un calendario straordinario festivo. Presso i punti di informazione e la Proloco sono distribuite cartine e brochure per meglio vivere la città durante le feste.

Tra i musei in provincia citiamo il Museo della Stampa che si trova fuori città, nel borgo fortificato di Soncino. Le aperture straordinarie di Natale permettono di ammirare tra i più antichi strumenti per la stampa su carta. Sempre a Soncino si può entrare al Museo della Seta. Qui sono raccolte testimonianza storiche della lavorazione dei bachi da seta per l’ottenimento di un così pregiato filato. A Castelponzone, invece, si può entrare in contatto con la realtà contadina esperta della produzione di corde raccontata del Museo dei Cordai. Per maggiori informazioni sulla città di Cremona potete visitare il sito ufficiale dove trovate altre indicazioni utili per organizzare la vostra vacanza.

Da vedere nei dintorni

Cremona si trova al centro della Pianura Padana, quindi perché non approfittarne per fare un giro nei suoi dintorni? Le città che meritano una visita sono Parma, Mantova e Fidenza che offrono anch’esse storia, arte cultura e gastronomia.

Per interessi naturalistici, invece, la provincia di Cremona offre parchi naturali e a tema consigliati se viaggiate con bambini e ragazzi. Il Parco della Preistoria è un’area verde in cui è possibile incontrare modelli di Dinosauri, specchi d’acqua, animali acquatici e terrestri protetti. Il Parco del Tinazzo è dedicato a chi ama passeggiare in libertà nella quiete più assoluta. Villa Medici del Vascello e Villa Pallavicino Montaldi sono un mirabile esempio di architettura rinascimentale. Il primo edificio è famoso anche per essere stata residenza di Cecilia Garavani, ovvero la Dama con l’Ermellino, il famoso dipinto di Leonardo.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)