Home » Capodanno Italia » Capodanno nelle Marche » Capodanno ad Ancona: eventi e feste

Capodanno ad Ancona: eventi e feste

Capodanno ad Ancona, la città
La città di Ancona vista dal mare durante una classica giornata invernale.



Ancona, la bella città marchigiana, offre un programma ricco di eventi per la notte più attesa dell’anno, tra musica, rievocazioni storiche e arti di strada. Durante un soggiorno ad Ancona concedetevi un brindisi nei sapori e nei colori della regione Marche, in modo da vivere un’esperienza indimenticabile sulle sponde del mare Adriatico e all’ombra del monte Conero.

Ancona: come organizzare la vacanza

Dove si trova e come raggiungerla

Ancona è situata sulla costa orientale delle Marche, ed è facilmente raggiungibile tramite l’autostrada A14 sia per chi viaggia da sud (Puglia, Abruzzo, Calabria) sia per chi arriva dal nord (Friuli, Veneto, Emilia Romagna). Chi invece proviene dal versante ovest può arrivare a Napoli, quindi imboccare la strada per Pescara e da qui risalire sulla A14.

Arrivare in treno nel capoluogo marchigiano è ancora più semplice, per via della sua posizione privilegiata sulla costiera adriatica: Ancona dista infatti solo 3 ore da Roma, 4 ore da Napoli, 2 ore da Pescara e da Bologna. I treni in partenza sono numerosi, e tutti gli intercity, regionali e interregionali, che percorrono la linea ferroviaria adriatica fanno sosta alla stazione centrale: facile quindi arrivarci da Milano, Parma, Bologna, Rimini oppure da Pescara, Bari o Lecce; anche da Roma ci sono diretti che la collegano alla città marchigiana senza soste.

Chi vuole viaggiare in autobus può prendere informazioni online, ci sono tante compagnie che collegano Ancona alle principali città, mentre la Conerobus si occupa degli spostamenti regionali ed interregionali.

Si può arrivare ad Ancona anche in aereo: l’aeroporto “Raffaello Sanzio” collega la città con Milano, Roma, Venezia ma anche con Mosca, Parigi, Londra o Atene. Infine, è anche possibile raggiungere Ancona via mare: la città è dotata di un importante porto, da cui partono traghetti per i principali centri marittimi mediterranei come Spalato, Patrasso o Corfù.

Capodanno ad Ancona, la città
La città di Ancona vista dal mare durante una classica giornata invernale.

Dove dormire ad Ancona

Trovare un luogo dove pernottare ad Ancona non è difficile: in città ci sono tante soluzioni per chi viaggia da solo, con il partner o con la famiglia. Il Grand Hotel Palace è una scelta luxury: costruito in un palazzo cinquecentesco situato sul lungomare Vanvitelli, questo albergo offre 30 camere pittoresche con tutti comfort e il piacere di soggiornare in una dimora nobiliare. Le camere hanno una splendida vista sul mare e sul passeggio del porto.

Il SeaPort è un altro albergo molto rinomato: arredato in stile minimal, ha all’interno anche un ottimo ristorante, un casinò e delle terrazze panoramiche con una bella vista sul porto. Un soggiorno un po’ più sobrio e decisamente più economico è un b&b, che solitamente offre anche la colazione e piatti rustici per pranzo e cena.

Il b&b L’Assiolo o Il Gelso Nero hanno camere comode, accessoriate e offrono all’esterno un bel giardino per il barbecue. In alternativa, chi vuole i propri spazi può prendere in affitto una delle case vacanza in città: online sui siti di booking si trovano numerose offerte ed è possibile scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.

Ad Ancona si può anche dormire in una cosiddetta “house boat”, per trascorrere una notte di magia all’interno di un accessoriato e confortevole Yacht, cullati dal suono delle onde. Il Conero Boat&Breakfast ad esempio è un vero e proprio b&b galleggiante, ormeggiato sul molo di Ancona, adatto alle famiglie e alle giovani coppie.

Eventi di Capodanno ad Ancona

Ad Ancona la notte di San Silvestro è un momento molto sentito, e i preparativi della festa hanno inizio tempo prima, per addetti ai lavori, organizzatori e anche per i molteplici locali che preparano cenoni a tema ed eventi per la grande occasione. I turisti, quindi, trovano un’ampia gamma di proposte: chi preferisce un menù di pesce si sposta nei locali costieri, mentre molti ristoranti in centro offrono menù rustici con affettati e carne a volontà.

In strada, intanto, per le vie del centro e in riva al mare, tanti mercatini illuminati espongono prodotti tipici, quindi chi non vuole trascorrere la vacanza in un locale può sempre degustare qualche assaggio di street food presso gli stand.

La festa vera e propria ha luogo a Piazza del Plebiscito, dove sono allestiti maxischermi e stand di vario tipo e dove per tutta la sera si avvicendano musicisti e artisti che intrattengono la città. È qui che gli anconetani e i turisti si ritrovano per aspettare la mezzanotte e brindare insieme all’arrivo del nuovo anno mentre la selezione dei dj locali fa ballare fino a notte fonda. Quando la festa in piazza termina, chi non è ancora stanco può fare un salto in uno dei locali che organizzano il party di Capodanno.

Ve ne sono per tutti i gusti: l’Hotel Monteconero è uno dei più rinomati nella zona e molte persone scelgono questo locale esclusivo per stappare una bottiglia di champagne. Il SeePort inoltre organizza un gala con Casinò aperto agli ospiti e agli avventori. Molti dei giovani si riversano nelle discoteche e nei pub come il Sui, il Naif, o poco distante il Barfly, alla ricerca di un ‘after’ di Capodanno più movimentato. Chi invece preferisce seguire un programma diverso, trova aperti anche i musei, la pista di pattinaggio, la ruota panoramica e tante altre strutture ricreative comunali e private. Se si è tra amici, una festa in spiaggia è sempre una soluzione piacevole per trascorrere le prime ore del nuovo anno.

Cosa Vedere e Cosa Fare ad Ancona

Ancona è una città ricca di bellezze da visitare e chi è in città nel periodo di Capodanno non si annoierà di certo. La “città dorica” infatti, in ogni angolo offre scorci e scenari inaspettati, ma sempre di un certo rilievo storico, culturale e naturalistico. Così ad esempio passeggiando per la città ci si può imbattere nella suggestiva Loggia dei Mercanti, è possibile scattarsi una foto all’ombra dell’Arco di Traiano, o visitare la curiosa Fontana dalle tredici cannelle. A due passi dalla Piazza del Plebiscito c’è la chiesa di San Francesco, dove si può ammirare la pregevole Pala del pittore Lorenzo Lotto.

La Mole Vanvitelliana è uno dei simboli della città: costruita nel XVIII secolo da Luigi Vanvitelli, è un’isola artificiale di straordinaria fattura; ha una caratteristica forma pentagonale ed è collegata alla città da tre ponti artificiali. Per via della sua posizione isolata e vicina al porto, durante la grande epidemia di peste del XIX secolo, fungeva da Lazzaretto, mentre oggi è aperta al pubblico ed è uno dei luoghi più apprezzati e visitati delle Marche.

Da qui ci si può muovere agevolmente per godersi una passeggiata rilassante sul lungomare, o magari spostarsi per fare un giro al Passetto, un bel parco che offre un ambiente naturale rilassante e piacevole: qui c’è un ascensore panoramico che porta alla spiaggia rocciosa antistante e offre una vista meravigliosa sul mare Adriatico.

Da vedere nei dintorni

Chi si ferma ad Ancona per qualche giorno in più, ha molto da vedere anche nelle aree circostanti: in tutta la regione Marche, infatti, è grande e ben conservato il patrimonio storico e culturale, e vi sono zone naturali di straordinaria bellezza. Per maggiori approfondimenti potete visitare il sito ufficiale della regione Marche con tante info utili.

Il monte Conero dista pochi chilometri dalla città ed è un bellissimo e ben attrezzato Parco Naturale Regionale, meta prediletta da escursionisti e appassionati di arrampicata. Dal Conero è possibile ammirare un panorama mozzafiato sull’Adriatico, con le scogliere a picco e le spiagge limpide, immersi nella vegetazione mediterranea.

Il Parco Naturale Gola della Rossa, con i suoi 9.000 ettari è il parco naturale più grande delle Marche, ed è un paradiso per chi ama la speleologia: qui è possibile fare delle escursioni guidate nel sottosuolo e visitare le suggestive grotte di Frasassi.

Il Santuario di Loreto, nella omonima cittadina, è meta di pellegrinaggio religioso da parte dei turisti di tutto il mondo, che qui arrivano per ammirare la “Madonna Nera”, ma è anche luogo d’arte, con opere di Luca Signorelli, Bramante o Vanvitelli.

Ma attorno ad Ancona sono numerose le località che vale la pena visitare: Senigallia, col suo castello sul mare, o Fano, città storica. Chi ha tempo può anche muoversi verso l’entroterra e fare un salto in belle località di origini medioevali come Castelfidardo, Recanati, la città di Giacomo Leopardi, o Jesi, che diede i natali all’imperatore Federico II.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)