Home » Capodanno al Mare al caldo » Capodanno in Belize: mare, natura e… blue hole!

Capodanno in Belize: mare, natura e… blue hole!

Capodanno Belize
Una delle tipiche imbarcazioni che troverete nel porticciolo di Caye Caulker.



Il Belize è, per molti versi, ancora sconosciuto al turismo di massa che di solito opta per il vicino Messico o per la Costa Rica. Per questo motivo, pochi sono a conoscenza del fatto che il Belize vanta uno dei più importanti ecosistemi del mondo, con una varietà altissima di piante ed animali, sia terrestri che acquatiche. Inoltre la barriera corallina che si estende davanti alle sue coste è la seconda più grande del mondo dopo quella Australiana e le rovine Maya presenti in Belize non hanno niente da invidiare a quelle della costa messicana.

Capito perché il Belize è una meta da non sottovalutare?

Il piccolo stato dell’America Centrale è l’ideale per chi cerca una vacanza avventurosa alternata a qualche momento di relax. Dalla possibilità di fare lunghe passeggiate a cavallo, alla meraviglia di andare alla scoperta della giungla con la jeep, e ancora dalla possibilità di recarsi in visita alle rovine degli antichi Maya fino ad un emozionante bagno in uno dei famosi “blue hole”: vi bastano questi motivi per andare in vacanza in Belize a capodanno?

Se vi state chiedendo come si organizza un viaggio da queste parti, qui trovate un po’ di informazioni utili al riguardo, dal clima ai consigli su come muoversi e dove dormire, fino alle idee su come trascorrere la notte più lunga dell’anno.

Belize: informazioni utili

Il clima

Il clima è di tipo tropicale caratterizzato da due stagioni distinte, una secca che va da novembre a maggio e quella più umida che va da maggio ad ottobre. Il periodo dove le piogge sono quasi del tutto assenti è quello che va da febbraio ad aprile.
Nel periodo di capodanno le precipitazioni sono scarse e concentrate soprattutto nel tardo pomeriggio quando si possono presentare con abbondanza. Tra dicembre e gennaio le temperature oscillano tra i 20° e i 29°C e la temperatura del mare è sempre costante sui 29°C, perfetta per fare il bagno tutto l’anno.

Capodanno Belize
Una delle tipiche imbarcazioni che troverete nel porticciolo di Caye Caulker.

Come arrivare?

L’aeroporto principale del Paese, il Philip S. W. Goldson, è situato circa a 15 Km da Belize City, la capitale. Le compagnie che atterrano in Belize fanno tutte scalo negli Stati Uniti: potrete controllare le tariffe dell’American Airlines che fa scalo a Miami (raggiungibile con un volo diretto Alitalia da Roma) o della Delta Airlines che offre anch’essa voli diretti da alcuni aeroporti italiani diretti negli Stati Uniti. La compagnia di bandiera del Belize è la Maya Island Air che effettua soltanto voli interni.

Un’alternativa è quella di volare fino a Cancun in Messico e da lì prendere un autobus diretto verso Chetumal della durata variabile dalle 2 alle 4 ore a seconda del tipo di mezzo che prenderete.

Come spostarsi

I voli interni vanno benissimo e sono utilizzati spesso anche dalla popolazione locale. L’unico problema è che dovrete faticare un po’ per prenotarli, visto che le prenotazioni che avvengono al di fuori del Belize, non sono facili da effettuare: fortunatamente sono sempre più diffuse le agenzie locali che faranno al caso vostro.

Per spostarsi va bene anche l’auto, anche se vi consigliamo di noleggiare una 4×4, visto che la maggior parte delle strade sono ancora sterrate (wow): vi muoverete benissimo sulle 4 autostrade principali che collegano tutto il Paese, mentre per quanto riguarda le strade secondarie dovrete armarvi di pazienza. Ah, evitate però di guidare con il buio, dato che l’illuminazione stradale è scarsa in modo da non rischiare di prendere una buca “invisibile”!

Dove dormire

Purtroppo il Belize è caro: per risparmiare un po’ potrete optare per dormire in alberghetti ed hotel di media categoria, ma dovrete comunque fare bene i conti. Di solito gli abitanti del Belize tendono ad approfittarsene un po’, comunicandovi una cifra senza specificare se si tratta di dollari del Belize o di quelli americani oltre ad evitare di specificare se al prezzo finale dovrete aggiungere delle tasse. Prima di accettare, vi consigliamo di chiedere sempre delucidazioni e di farvi precisare il prezzo finale con tutte le aggiunte del caso.

Tenete conto che gli hotel di media o bassa categoria di solito sono davvero molto spartani, quindi vi consigliamo di alzare un po’ il budget e soggiornare in hotel di buon livello. Una buona idea è quella di cercare un appartamento: con questa opzione risparmierete un po’ e sarete liberi di muovervi senza dover rispettare gli orari imposti dall’hotel. Inoltre è sempre una buona occasione per immergersi nella vita locale.

Per chi ama le vacanze all inclusive si potrà affidare all’esperienza di un tour operator: in questo caso le sistemazioni sono sempre di buon livello, ma escono un po’ dall’idea di vacanza-avventura che caratterizza il viaggio in Belize.

Passiamo alle località dove soggiornare: San Pedro è consigliata per chi ama la vita notturna, i locali e i divertimenti, mentre chi cerca un’isola più rilassata e tranquilla potrà optare per Caye Caulker. A prescindere dalle isole, il cuore pulsante del Belize è certamente la sua capitale, Belize City.

Cosa fare e vedere

Il Belize si divide in due zone turistiche ben precise: l’interno, caratterizzato da rovine Maya, parchi naturali e villaggi di pescatori, e la costa est, famosa per le sue isolette e per la possibilità di praticare snorkeling ed immersioni. Partiamo dall’interno.

La prima tappa che vi consigliamo è Belize City dove sostare per non più di due giorni e dove potrete assaporare l’atmosfera creola e caraibica che la caratterizza. A pochi chilometri dalla capitale si trova il Community Baboon Sanctuary, una riserva dove viene tutelata la scimmia urlatrice nera, ma non solo: in questa zona è possibile osservare uccelli come pappagalli, tucani, colibrì, ma anche pipistrelli, armadilli fino a puma e giaguari. Dopo questa immersione nella natura, potrete dedicarvi alla scoperta delle rovine Maya, visitando i siti archeologici di Lamanai e di Xunantuninch oltre alla bella riserva naturale di Caracol.

A questo punto, lasciate l’interno del Paese e dedicatevi alla costa e alle sue isole: se opterete per Caye Caulker potrete dedicarvi allo snorkeling nel reef situato di fronte al porticciolo dove nuotano razze e squali nutrice, entrambi innocui. Per chi ha più esperienza potrà optare per il famoso Blue Hole, situato un po’ più lontano dalla costa, nel Lighthouse Reef: qui è possibile immergersi per 35 m fino alla grotta costituita da stalattiti e stalagmiti.

Capodanno in Belize

Come festeggiano il capodanno in Belize? Esattamente come noi: molte feste in casa e qualche party nei locali. La sera del 31 dicembre è l’occasione giusta per ritrovarsi in famiglia o con gli amici e cucinare tutti insieme i piatti della tradizione culinaria creola che di solito si traducono in pasta e fagioli o in riso e fagioli! Allo scoccare della mezzanotte, nelle piazze o sulle spiagge, vengono sparati i fuochi d’artificio, di solito ben visibili anche dalle case. Gli abitanti del Belize amano anche sparare i propri fuochi d’artificio, quindi non mancherete di incontrare famiglie intere che si impegnano a far scoppiare petardi e fuochi.

Le città più dinamiche sono certamente Belize City, Placencia, San PedroCaye Caulker, dove potrete trovare locali per trascorrere una frizzante serata: in alcuni club organizzano feste fino all’alba, animate da ballerine e dj locali. In alcune cittadine, il consiglio comunale, organizza concerti di musica dal vivo, di solito fino alle 1:00 di notte.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)