Home » Capodanno al Mare al caldo » Capodanno sull’isola di Reunion: mare tropicale!

Capodanno sull’isola di Reunion: mare tropicale!

Capodanno isola di Reunion
Capodanno all'isola di Reunion: il mare tropicale come nelle cartoline!



L‘isola di Reunion offre un meltin’pot di culture europee, asiatiche ed africane: situata nell’Arcipelago delle Isole Mascarene proprio a fianco della più nota Mauritius, e di appartenenza francese, è un’isola selvaggia, esotica e veramente  “tropicale”. Decidere di trascorrere il capodanno in questa zona dell’Oceano Indiano è come decidere di staccare completamente la spina e dedicare il proprio tempo alla scoperta della natura, del mare, delle attività sportive e delle tradizioni, molto ben radicate.

Info pratiche su Reunion

Clima e mare

Ci troviamo nell’Emisfero australe, quindi una volta lasciato il freddo inverno europeo andremo incontro ad una calda estate oceanica. Il clima è di tipo tropicale caratterizzato da due stagioni completamente opposte l’una all’altra: da novembre ad aprile la stagione è umida e calda, mentre da maggio ad ottobre, in pieno inverno australe le temperature sono leggermente più fresche grazie anche all’azione degli alisei che provengono da sud est.

L’isola è caratterizzata da una zona montagnosa il cui picco, Piton des Neiges, è spesso sferzato dalla pioggia soprattutto nel mese di gennaio. Purtroppo anche la costa è interessata da alcuni giorni di pioggia, ma fortunatamente si risolvono velocemente essendo dei fenomeni sporadici ed improvvisi durante l’arco della giornata. Nei mesi da dicembre ad aprile il mare il mare è costantemente caldo con temperature al di sopra dei 27°C. Nel complesso dicembre-gennaio non è un cattivo periodo per andare, l’unico punto a sfavore sono i cicloni tropicali che spesso arrivano improvvisi sulle coste.

Capodanno isola di Reunion
Capodanno all’isola di Reunion: il mare tropicale come nelle cartoline!

Come arrivare?

L’aeroporto internazionale Riunione Roland Garros è situato a Saint Denis, 8 Km a est dalla città. Non ci sono molte alternative diverse per quanto riguarda le compagnie aeree: qui vi atterrano voli della compagnia di bandiera francese, Air France, che effettua uno scalo nell’hub principale, Parigi Charles de Gaulle. Altrimenti è possibile controllare le tariffe dell’Air MauritiusCorsairflyAir Madagascar, Air Austral. Probabilmente per quanto riguarda il comfort e il costo dei biglietti, l’Air France è la soluzione che ci sentiamo di consigliare.

Come muoversi

Se non avete prenotato un viaggio organizzato, dove il trasporto al proprio resort è incluso nel prezzo, dovrete cavarvela da soli. Potrete scegliere se noleggiare un’auto direttamente all’aeroporto, oppure potrete optare per una moto o un motorino per andare alla scoperta dell’isola in modo più snello e veloce, evitando che qua e la congestione l’isola. Fortunatamente essendo l’isola un possedimento francese, basterà essere in possesso della propria patente: non occorrerà quindi ricorrere alla patente internazionale.

Per quanto riguarda i mezzi pubblici, esistono molte compagnie diverse che coprono tutta l’estensione dell’isola, compresi anche i paesini più piccoli. E’ possibile muoversi anche via mare: dalla cittadina di Le Port partono alcune imbarcazioni che vi porteranno alla scoperta dell’isola e li potrete utilizzare anche come un semplice mezzo di trasporto.

Consigli su dove dormire

Grazie alla sua conformazione geografica, Reunion offre una quantità incredibile di soluzioni per soggiornare: ovviamente la fanno da padrone i resort, più o meno di lusso. Per cercare di limitare la spesa è possibile anche soggiornare nei campeggi o nelle guesthouse: quest’ultime sono la soluzione che ci sentiamo di consigliarvi. Infatti soltanto scegliendo di pernottare all’interno delle guesthouse, potrete entrare in stretto contatto con gli isolani ed osservare da vicino il loro stile di vita. Inoltre potrete assaggiare le ottime specialità che vi proporranno per colazione, tutte cucinate seguendo le tradizioni culinarie dell’isola. Le guesthouse sono semplici costruzioni dove vengono affittati alcuni o tutti gli appartamenti disponibili e dove la mattina vi verrà servita la colazione: in questo modo avrete anche la possibilità di avere tale libertà per andare alla scoperta dell’isola senza essere legati ad orari o ritrovi come spesso può capitare all’interno dei villaggi turistici.

Come abbiamo accennato in precedenza, Reunion è un’isola caratterizzata da zone montagnose, quindi oltre agli alloggi direttamente sul mare, percorrendo alcuni sentieri è possibile arrivare e pernottare in alloggi moderni e dotati di tutti i comfort, ma isolati completamente nella natura.

Non solo mare…

E’ ovvio che si viene fin qui per fare del vero mare “da cartolina”, tra spiagge bianche e palme. Non rimarrete delusi sotto questo punto di vista! Ma se pensate che Reunion vi offra soltanto una vacanza di mare vi sbagliate di grosso: l’isola racchiude luoghi immersi nella natura, tradizioni ben radicate e perfino un’intensa vita notturna.

La zona nord è consigliata soprattutto alle famiglie e ai gruppi di giovani, visto che vicino alla città di Saint Denise è possibile praticare molte attività ricreative e divertenti. Nella zona sud si trova una costa attrezzata per il pic nic e adiacente, una bellissima laguna, assolutamente da visitare. La zona est è quella più selvaggia di tutta l’isola caratterizzata da una costa densa di colate laviche e pietre scure, create nel tempo per l’azione del vulcano. La zona ovest è molto simile a quella sud, con una laguna dove immergersi ed una riserva naturale dove fare snorkeling.

Ma non è finita qui: Reunion è consigliata anche ai giovani che vogliono praticare attività sportive estreme come il parapendio, la risalita delle cascate, le camminate e le arrampicate oltre allo snorkeling e alle immersioni. Grazie alla sua natura, per gran parte ancora del tutto intatta, l’isola è stata dichiarata patrimonio dell’umanità: agli esperti e ai fanatici di alta montagna consigliamo una gita al Piton de Neiges, che supera i 3.000 metri s.l.m.: qui si snodano sentieri, paesaggi mozzafiato che si fondono e si gettano nel mare profondo dell’Oceano Indiano. Imperdibile anche il vulcano Piton de la Fournaise, uno dei vulcani più attivi del mondo che regala degli scorci unici quando la lava cola ardente lungo i suoi pendii.

Se vi piacciono gli animali, sappiate che il mare blu e celeste qui ospita balene e delfini facilmente avvistabili anche dalla costa. Da non perdere lo snorkeling nella Riserva Naturale Marina dell’Ermitage dove è possibile scorgere migliaia di pesci, tartarughe e molte altre specie che abitano in queste zone.

Cosa fare a Capodanno

Se soggiornate in un resort non avrete nessun problema per quanto riguarda il capodanno: la sera verrà organizzato il cenone in perfetto stile creolo, dove potrete assaggiare i piatti della tradizione culinaria di Reunion e arrivare alla mezzanotte per festeggiare insieme agli altri ospiti. Troppo banale? Può darsi. Fuori dai resort la festa comincia al calar della sera, quando la maggior parte dei negozi chiude i battenti per permettere a tutti di riunirsi con la propria famiglia per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

La maggior concentrazione di feste è certamente situata nella cittadina di Saint Denis, considerata il cuore pulsante e moderno di tutta l’isola. Potrete decidere se fare uno spuntino veloce in attesa della mezzanotte o prenotare una cena tradizionale in uno dei tanti ristoranti e locali: potrete assaggiare gli squisiti piatti creati con i prodotti della terra locale che crescono rigogliosi grazie alla terra fertile e vulcanica e all’azione intensa delle piogge. Come abbiamo già accennato in precedenza, la cucina di Reunion risente dell’influsso delle tradizioni culinarie dei suoi abitanti: stiamo parlando delle spezie che provengono dall’Asia e dall’India, mentre dall’Africa provengono i legumi e le radici, così come dall’Europa provengono le carni e diversi modi per cuocerle. Il curry, così come la curcuma, è parte integrante di ogni piatto, dalla carne al pesce, quindi dovrete adattarvi ai sapori forti e decisi.

Una volta consumato il vostro piatto, potrete decidere di cercare un locale dove continuare la festa e trascorrere la mezzanotte, altrimenti potrete passeggiare e festeggiare insieme agli abitanti dell’isola che brindano per le strade o ancora decidere di immergervi nelle calde acque oceaniche per un bagno di buon auspicio per l’anno nuovo. Nella città di Saint Denis è possibile assistere anche ad discreto spettacolo di fuochi d’artificio che si tiene sul lungo mare.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)