Home » Capodanno in Europa » Capodanno in Nord Europa » Capodanno in Norvegia

Capodanno in Norvegia

Capodanno in Norvegia
Un tipico paesaggio Scandinavo durante il capodanno in Norvegia



Festeggiare il capodanno in Norvegia è una cosa assolutamente affascinante. Cataloghiamo questa meta tra quelle “originali” perché si deve essere in cerca di qualcosa di davvero alternativo per decidere di sfidare il rigido Inverno Scandinavo per trascorrere lassù il 31 dicembre. Comunque, nonostante il clima rigido, le alternative per divertirsi ed ammirare le bellezza naturalistiche del Paese Scandinavo sono molteplici.

La capitale Oslo è senza dubbio il cuore del divertimento: qui durante tutto il mese di Dicembre ed i primi giorni del nuovo anno si possono visitare i tanti mercatini Natalizi sparsi nel territorio cittadino. Tra i più belli e caratteristici ci sono quello nella Piazza del Municipio Radhusplassen e quello all’interno del Museo del Folklore Norvegese. Tuttavia merita una visita anche il mercatino dei designer che propone in vendita prodotti di abbigliamento, per la casa, di arredamento, gioielli, borse e tanto altro con design norvegese.

Capodanno in Norvegia
Un tipico paesaggio Scandinavo durante il capodanno in Norvegia

Gli amanti degli sport invernali troveranno in Oslo e nella Norvegia un piccolo paradiso. Nella capitale infatti, così come in altre cittadine, si possono praticare sci di fondo e pattinaggio sul ghiaccio… e i più spericolati potranno lanciarsi dal trampolino di Holmenkollen, uno dei più lunghi al mondo.

Ma soprattutto, è l’atmosfera che rende magico questo periodo a queste latitudini: Oslo durante il periodo di Capodanno viene abbellita moltissimo… alberi di Natale giganti emergono nelle piazze e tutti i negozi sono addobbati a festa.
Tuttavia le temperature rigide non consentono di trascorrere tutto il giorno in strada e la visita ai musei ed ai parchi cittadini deve interrompersi a metà pomeriggio quando si può iniziare a pianificare la serata tra ristoranti, locali e discoteche, veri protagonisti anche dell’ultima notte dell’anno. A proposito, è da non perdere il Vigeland con le sue statue.

Ricordatevi che la Norvegia non è soltanto Oslo. Borghi e cittadine incantate come Bergen e Stavanger emanano un fascino assolutamente unico con le loro casette colorate ed i tetti innevati mentre un’alternativa per coloro che amano la natura al tal punto da sfidare terribili temperature è visitare le Isole Lofoten. Situate nell’estrema parte settentrionale del Paese, essere lassù nei mesi invernali è una esperienza estrema non per tutti, ma che lascerà un ricordo forte ed indelebile a tutti gli amanti della natura selvaggia.
Qui non è raro, anche durante la fine dell’anno, ammirare una delle più grandi concentrazioni al mondo di orche marine. Non mancano escursioni in barca per vedere da vicino quest’incredibile spettacolo della natura, a cui si aggiunge il fenomeno incredibile dell’aurora boreale. Ma saranno soprattutto le serate di fronte al camino nei rorbu, le tipiche case dei pescatori norvegesi, che vi faranno vivere un capodanno in Norvegia da veri vichinghi!

Arrivare in Norvegia è relativamente semplice: in aereo si giunge comodamente a Oslo dalle principali città Italiane, grazie anche ad alcune linee low-cost; ben diversa è la situazione degli spostamenti interni, dove è obbligatoria una vettura equipaggiata per le condizioni climatiche avverse.
Le distanze da percorrere verso Nord sono ampissime e sconsigliabili in Inverno, per cui le destinazioni sul Circolo Polare sarebbe preferibile organizzarle con un tour operator. Considerate infine che la Norvegia è un Paese molto caro: dormire e mangiare, ed il costo in generale della vita è superiore alla media Europea. Gli hotel sono belli solo in città, mentre per quanto riguarda il cibo troverete senza dubbio ottimi salmone, pesce azzurro e gamberi… e poco altro!


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)