Home » Capodanno Italia » Capodanno in Sardegna » Capodanno ad Alghero

Capodanno ad Alghero

Capodanno a Alghero, il paesaggio naturale
Il caratteristico paesaggio marino che offre la cittadina sarda di Alghero.



Un viaggio ad Alghero in inverno, città nord-occidentale della Sardegna, equivale a pianificare una vacanza artistica e culturale, a cui si aggiungono i caratteristici paesaggi marini, dove la natura offre continuamente un’esplosione di colori e profumi.

Alghero, l’Alguer per gli autoctoni, è infatti un luogo di tradizioni antiche e di sapori tutti da scoprire, come ad esempio quello dell’aragosta all’algherese che risale al periodo della dominazione catalana: non a caso, la ricetta sarda somiglia molto a quella spagnola. Magari non la troverete nel menù fisso del cenone di Capodanno, ma avrete comunque l’opportunità di assaggiare le prelibatezze della terra sarda, specialità uniche e assolutamente caratteristiche.

E visto che abbiamo introdotto il tema del capodanno, senza dilungarci oltre, ecco la guida per organizzare la vacanza ad Alghero in questo periodo, con alcune indicazioni precise su eventi e manifestazioni per trascorrere la notte del 31 dicembre in città e zone limitrofe.

Alghero: come organizzare la vacanza

Dove si trova Alghero e come raggiungerla

Alghero, cittadina del sassarese, è un luogo che fa storia a sé in tutto: il suo passato parla catalano, lingua usata ancor oggi tra la gente, nei nomi delle strade e nelle tradizioni locali.

Alghero è raggiungibile in aereo e in nave. Se possedete una barca potete tranquillamente arrivare nella cittadina attraccando nel suo porto turistico, fruibile 24 ore su 24 da tutte le imbarcazioni che non superano i 60 metri. Dal porto, governato dalle suggestive mura catalane, per arrivare in città dovete percorrere l’antica Porta a Mare, vale a dire la secolare entrata marina della Città Fortezza. Una volta attraversata, tra vecchie vie, meravigliose chiese ed antichi palazzi arrivate nel cuore dell’antico borgo algherese.

L’aeroporto algherese è uno scalo internazionale, che dista dal centro abitato una decina di chilometri. Quest’ultimo è raggiungibile tramite autobus di linea A.R.S.T., il quale assicura un servizio giornaliero. L’autobus collega l’aeroporto al centro della città e viceversa. Ancora, dall’aeroporto potete arrivare ad Alghero in taxi: il parcheggio di questi mezzi di trasporto è ubicato davanti all’area arrivi.

Capodanno a Alghero, il paesaggio naturale
Il caratteristico paesaggio marino che offre la cittadina sarda di Alghero.

Se non amate l’aereo potete viaggiare in nave. Scegliendo quest’ultima opzione arriverete al vicino porto passeggeri della cittadina di Porto Torres, servito dalle compagnie di navigazione in partenza dai porti italiani di Civitavecchia e di Genova e da quelli internazionali delle francesi Marsiglia e Tolone, della catalana Barcellona e di Ajaccio e Propiano. Le compagni a cui fare riferimento sono Moby Lines, Tirrenia, Grandi Navi Veloci, Grimaldi Lines, SNCM e La Méridionale. Una volta sbarcati a Porto Torres potete raggiungere Alghero in automobile, in taxi, in treno e in autobus.

Se siete tra coloro che viaggiano con la propria auto, dopo essere usciti dall’area portuale raggiungerete Alghero in un tempo massimo di 25 minuti. Fuori dallo scalo si trovano tutte le indicazioni stradali necessarie per arrivare nella città sardo-catalana. I viaggiatori che optano per l’autobus invece troveranno la fermata ARST nel porto commerciale, più precisamente nella zona adiacente al Bar Punto Verde, dove è possibile acquistare i biglietti per il bus.

Coloro che preferiscono il viaggio ferroviario, potranno prendere il treno vicino al porto. Questo convoglio ferroviario di Trenitalia non effettua il collegamento diretto tra Porto Torres e Alghero, bensì quello tra Porto Torres e Sassari. Dalla città turritana è possibile arrivare ad Alghero in autobus oppure tramite convoglio della Linea Ferrovie della Sardegna.

Dove dormire ad Alghero

Se siete tra i visitatori che stanno per iniziare il loro viaggio ad Alghero non potete trascurare la scelta dell’alloggio che diventerà la vostra dimora durante il periodo algherese. Tra le numerose proposte sono da segnalare l’Hotel Green Sporting Club, l’Hotel Catalunya e l’Hotel La Playa.

L’Hotel Green Sporting Club dispone di 26 camere arredate in stile moderno dotate di tutti i comfort e di 72 mini appartamenti. All’interno della struttura è possibile usufruire di due bar, di un ristorante, di una sala fitness con istruttore, di una sauna e di una piscina coperta.

L’Hotel Catalunya, ubicato nei pressi del centro storico algherese, offre una rosa di 128 stanze eleganti e dotate di tutti i comfort, un’ampia terrazza panoramica, un centro congressi e un rinomato ristorante.

L’Hotel La Playa sorge a 100 metri di distanza dal mare e offre 33 camere dotate di tutti i comfort. Nell’albergo a gestione familiare sono presenti una piscina, un bellissimo giardino e un ristorante esterno.

Eventi di Capodanno ad Alghero

Bella quanto viva, Alghero investe in cultura, arte e musica durante tutto il corso dell’anno. I numerosi eventi che animano la cittadina culminano con il famoso Cap d’Any. Questa manifestazione è un tripudio festante di colori, prende il via ogni anno i primi giorni del mese di dicembre e dura fino alla seconda metà del mese di gennaio.

In ogni strada, illuminata da suggestive lanterne natalizie, potete respirare un’aria magica e festante. Per più di 40 giorni, durante il cosiddetto Mès que un Mes, la città sarà animata da artisti internazionali, da spettacoli musicali, da rappresentazioni teatrali e da numerose rassegne d’arte. Immancabili i mercatini che, aspettando l’ultimo giorno dell’anno, festeggiato da sempre all’insegna della buona musica, ravvivano la città con i loro colori.

Se visitate la città in questo periodo godrete di un centro abitato valorizzato da arredi urbani che lo vestono a festa. Questo imperdibile progetto artistico è curato fin dai suoi esordi dagli artisti Tonino Serra e Giorgio Donini e dal famoso stilista algherese Antonio Marras. La festa clou del capodanno si svolge nell’area portuale: l’appuntamento è per le 22:00, quando sul palco si avvicenderanno artisti del calibro nazionale ed internazionale e a seguire sarà possibile assistere allo spettacolo pirotecnico che dà il benvenuto al nuovo anno.

Cosa Vedere e Cosa Fare ad Alghero a Capodanno

Oltre al grande appuntamento del Mès que un Mes la città è una vera perla a cielo aperto, che vale la pena scoprire a piedi, in bicicletta oppure a cavallo, percorrendo la rete di sentieri e gli antichi tracciati che vi trascineranno direttamente nel cuore di un territorio variegato che si affaccia sul mare.

Dalla zona costiera verso l’interno, questo lembo di terra è in grado di offrirvi un panorama unico che va dalle straordinarie falesie di Capo Caccia ai numerosi sentieri sotterranei. A soli 12 chilometri da Alghero, invece, è possibile godere dello straordinario complesso nuragico di Palmavera. Mentre a meno di 10 chilometri dall’abitato sorge la necropoli Anghelu Ruju, la più estesa della Sardegna prenuragica, nota fuori dai confini dell’isola per le sue domus de Janas.

Imperdibile l’escursione alle Grotte di Nettuno, una delle cavità marine del Bel Paese che presenta dimensioni più elevate. Appaganti e arricchenti anche le numerose gite organizzate in barca, grazie alle quali è possibile godere del Parco di Porto Conte così come dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia, del promontorio di Punta del Giglio.

Non solo bellezze naturalistiche, sport e paesaggio. Alghero è anche i suoi bastioni e le sue torri, testimonianze storiche del dominio aragonese e di quello catalano, come la sua Cattedrale dedicata all’Immacolata. Questo monumento, che sorge nel centro storico cittadino, è la risultanza di numerosi rimaneggiamenti avvenuti in epoche storiche differenti, lo stile predominante è però quello gotico catalano.

Tra le diverse attrazioni godibili nella vostra vacanza dicembrina che chiude l’anno c’è senza ombra di dubbio la visita all’Acquario. La struttura è attiva dal 1985 e sorge in pieno centro, a pochissima distanza dalla Torre di Sulis. L’Alghero Acquarium si articola in diverse sezioni e comprende una ricca esposizione di pesci d’acqua dolce e di pesci marini, nonché diverse specie di squali e importanti esemplari del velenosissimo pesce pietra.

Irrinunciabile anche la visita al famoso museo del Corallo, allestito a Villa Costantino, che narra la storia del Mediterraneo. L’esposizione di fatto vi guiderà dentro la storia e la cultura algherese, lo farà tramite la leggenda del Corallo, ovvero la più importante risorsa marina del territorio.

Da vedere nei dintorni di Alghero

Non solo Alghero. L’intera zona intorno alla città è un mondo da scoprire. A pochi chilometri di distanza trovate la città del castello dei Malaspina, Bosa, un borgo meraviglioso, che sorge lungo l’unico fiume navigabile dell’isola, il Temo. Oltre Bosa, imperdibile la scoperta di Castelsardo, un paese di mare che sorge ai piedi del famoso Castello dei Doria. Consigliate anche la visita nel comune di Stintino, noto per la sua celebre spiaggia La Pelosa, e quella a Cala dell’Argentiera, dove l’archeologia industriale segna indissolubilmente il paesaggio raccontando un pezzo di storia del territorio.

Alghero: contatti e prenotazioni

Per maggiori informazioni su Alghero potete visitare il sito ufficiale della città, dove trovate anche altre indicazioni utili per organizzare il viaggio.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)