Home » Capodanno Italia » Capodanno in Sicilia » Capodanno a Trapani: le cose da fare

Capodanno a Trapani: le cose da fare

Capodanno a Trapani, il porto
Una scorcio della città di Trapani vista dal mare.



Il Capodanno a Trapani può essere una bella opportunità per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in maniera originale. Trapani infatti, con il suo mare straordinario e le sue isole di incomparabile bellezza, è più conosciuta come meta estiva che invernale. Per questo visitarla d’inverno può riservare sorprese e piacevoli emozioni. Basti pensare al Parco archeologico di Selinunte, alle saline di Paceco, con lo spettacolo dei fenicotteri rosa, oppure allo stabilimento Florio dove scoprirete l’antica tradizione della mattanza siciliana.

Trapani: come organizzare la vacanza

Dove si trova e come raggiungerla

Capoluogo dell’omonima provincia, Trapani sorge nel versante occidentale della Sicilia, tra il Canale di Sicilia e il Tirreno. Prende il nome dal promontorio che la sovrasta, anticamente conosciuto come Drepanum.

Trapani è comodamente raggiungibile in aereo atterrando all’aeroporto Vincenzo Florio, che dista solo 15 chilometri dalla città. Ma non è l’unica soluzione per arrivare: nella provincia di Trapani l’isola di Pantelleria è servita da uno scalo aeroportuale che la collega alle più importanti città italiane. Se invece preferite raggiungere Trapani via mare avete la possibilità di utilizzare i traghetti che collegano il suo porto a Livorno e Cagliari.

Se avete deciso di arrivare in auto potrete servirvi dell’autostrada A29 Palermo – Trapani, mentre arrivando in treno potrete scendere alla stazione ubicata nel centro della città. Trapani dispone di un servizio di pullman in partenza dal porto e dall’aeroporto, che la collegano alle principali città della Sicilia.

Capodanno a Trapani, il porto
Una scorcio della città di Trapani vista dal mare.

Dove dormire a Trapani

Se il vostro budget è alto potete pernottare presso l’Hotel San Michele. La struttura è situata in una posizione strategica, in quanto si trova nel centro storico della città. Le stanze sono ampie e silenziose mentre lo staff è disponibile ed efficiente. Potrete usufruire di una colazione che vi verrà servita nel giardino interno, dato che gli inverni a Trapani sono piuttosto miti. Un consiglio: per raggiungere l’albergo non affidatevi al navigatore ma chiamate la reception, con le loro indicazioni arriverete facilmente a destinazione.

Un’opzione diversa, che permette una maggiore autonomia, è quella dell’appartamento. La CasaTrapani B&B ed Appartamenti si trova nel centro della città. Tutte le stanze sono confortevoli, gli ambienti climatizzati e i letti comodissimi. Chi desidera cucinare a casa dispone di un angolo cottura con tutti gli utensili necessari. Trattandosi di un B&B la colazione è compresa nel prezzo: la struttura è convenzionata con un bar molto vicino all’hotel.

Il Central Gallery Rooms è una delle soluzioni migliori che potete trovare a Trapani, per rapporto qualità prezzo. Anche questa struttura è ubicata al centro della città; sarete nel cuore della movida trapanese, oltre che a due passi dagli imbarchi per le Egadi. L’edificio che ospita l’albergo è un palazzo storico le cui camere spaziose e arredate con gusto, sono provviste di tutti i comfort. L’albergo dispone di veri e propri appartamenti, alcuni dei quali sono forniti anche di una cucina.

Eventi di Capodanno a Trapani

Il Capodanno trapanese per tradizione si festeggia a Erice. Piazza della Loggia è il teatro del veglione di San Silvestro, dove molti cittadini provenienti da tutta la provincia, oltre che numerosi turisti, trascorrono la serata ascoltando musica dal vivo dal pomeriggio fino allo scoccare della mezzanotte, quando si brinda assistendo ai fuochi d’artificio. I bambini troveranno un sicuro divertimento nel viaggio in funivia per raggiungere Erice, che si trova sul promontorio che sovrasta la città.

Anche a Trapani città il Capodanno comincia già dal pomeriggio: il concerto di fine anno, in piazza Vittorio Veneto, solitamente propone band che si esibiscono in cover delle canzoni più belle della storia della musica.

Se invece siete alla ricerca di un momento spirituale potete assistere al concerto di musica sacra che tradizionalmente si tiene nella chiesa di San Pietro. Nel centro storico di Mazara del Vallo invece, a pochi chilometri da Trapani, si tengono per tutta la giornata di San Silvestro spettacoli per i bambini.

Cosa Vedere e Cosa Fare a Trapani

La Sicilia ha un patrimonio storico-culturale sconfinato; anche a Trapani, durante il periodo delle feste di Natale e Capodanno, alcuni musei restano aperti per dare la possibilità a cittadini e turisti di conoscere i tesori che custodiscono. Tra i musei aperti la notte del 31 dicembre c’è il Pepoli di Trapani, che ha sede nell’ex convento dei Padri Carmelitani. È celebre per il simulacro in marmo che raffigura la Madonna di Trapani; inoltre al suo interno potrete ammirare dipinti che rappresentano l’arte siciliana tra il XIII e il XIX secolo, i presepi dell’artigianato locale, i gioielli del tesori della Madonna di Trapani e le celebri maioliche che raccontano la storia della pesca del tonno in questi luoghi.

Un consiglio: prendete un aliscafo e raggiungete Favignana. In occasione del Capodanno l’ex stabilimento Florio resterà aperto ai visitatori. Si tratta di un esempio di archeologia industriale. Anticamente vi erano conservate le attrezzature e le imbarcazioni necessarie per la mattanza dei tonni. È un’occasione per conoscere anche la storia della gloriosa famiglia Florio, che con le sue attività industriali ha avuto un forte impatto sulla vita della popolazione locale.

Infine non perdete l’opportunità di visitare il Museo del Satiro di Mazara del Vallo: la statua bronzea è l’emblema del patrimonio sommerso sotto il mare del Canale di Sicilia; la statua fu scolpita dall’artista Prassitele intorno al IV secolo a.C.

Da vedere nei dintorni

Approfittate della vostra vacanza di Capodanno a Trapani per fare un giro al Parco Archeologico di Selinunte. Solitamente è una destinazione che si sceglie durante le vacanze estive, ma d’inverno l’esperienza sarà ancora più suggestiva. Si tratta dell’area archeologica più estesa d’Europa: il parco misura 270 ettari. Qui fioriva una delle civiltà più floride di tutto il bacino del Mediterraneo.

Nell’area troverete i reperti appartenenti alla colonia greca, fondata nel VII secolo a.C. Ammirerete l’area sacra che annovera il grande tempio G, dedicato a Zeus; l’Acropoli, situata nella zona sud del parco; a nord invece sorge la collina di Manuzza, dove sorgevano strade e abitazioni; potrete concludere la visita con il santuario di Malophoros, che sorge sulla valle del Selinus e che probabilmente era dedicato a Demetra.

La Riserva Naturale Saline Di Trapani E Paceco, invece, è un’occasione per passeggiare tra le saline e visitare il Museo del Sale. Vale la pena per lo spettacolo naturale a cui assisterete all’ora del tramonto, quando la luce bassa del sole si riflette sui mucchi di salgemma. Imperdibile anche l’osservazione dei fenicotteri rosa, frequentatori abituali di questo luogo.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)